Recensione HomTom S9 Plus / Un principe povero

Nel corso di questo 2017 abbiamo assistito ad una vera e propria orda di smartphone caratterizzati da cornici ridotte e display appaganti alla vista. Tra questi rientra l’HomTom S9 Plus, che si caratterizza per il fatto di essere il primo 6 pollici senza cornici su tre lati, con doppia fotocamera e ben 64 GB di storage interno. Ringrazio lo store Gearbest.com per l’invio del sample, da cui vi consiglio di passare per effettuare tutti i vostri acquisti tecnologici.

Di HomTom ci eravamo occupati molto tempo fa, praticamente ai miei esordi, ma il modello S9 Plus proposto dall’azienda cinese si colloca ai vertici della gamma di smartphone da loro prodotti e a giudicare dalla confezione, che si presenta in un elegante cartonato nero, dobbiamo aspettarci un prodotto sicuramente interessante. All’interno del box di vendita troviamo oltre al nostro S9 Plus, un cavo per la ricarica con attacco micro USB, un caricatore con presa europea ed uscita 5V / 2A, un adattatore OTG, una cover in plastica opaca utile ad aumentare il grip con lo smartphone, lo spillo per l’estrazione del carrellino SIM, una guida rapida il lingua inglese ed infine una pellicola proteggi schermo in plastica considerando che una è già applicata al display del nostro HomTom. Una dotazione davvero completa ad eccezione della mancanza di auricolari, come da tradizione cinese.

Il design dell’HomTom S9 Plus sembra raffinato e non scontato, infatti seppur segua la moda del momento con display full e cornici ridotte, lo smartphone cinese non scimmiotta il più celebre Xiaomi Mi Mix, ma trova una propria identità proponendo un display da 5,99 pollici in formato 18:9 che rende innanzitutto lo smartphone più stretto ma al tempo stesso allungato ed inoltre facilita la presa rendendo la stessa salda.

Oltre a questo stupisce il lavoro fatto dall’azienda che è riuscita ad inserire nel sottile bordo superiore, leggermente curvo, la capsula auricolare ma anche un LED di notifica ed i sensori di prossimità e luminosità. Nella cornice inferiore invece trovano posto la camera frontale ed il sensore per le impronte digitali, cliccabile, a cui è possibile associare alcune funzioni come richiamare le ultime applicazioni aperte, scorrere nelle schermata della home, cambiare traccia musicale etc.. Lo sblocco non è dei più rapidi ma nonostante ciò non ho mai avuto problemi risultando preciso 10 volte su 10.

Come detto il sensore integra un vero pulsante, utile a controllare lo smartphone in alternativa ai tasti software su display che possono essere invertiti oppure nascosti. Un tocco del tasto Home sostituisce il tasto BACK mentre la pressione ci farà tornare alla Home e la pressione prolungata attiverà la lista delle applicazioni recenti.

Il profilo che corre lungo tutto il perimetro dello smartphone è realizzato in alluminio ed ospita il carrellino per le SIM di tipo ibrido (o inseriamo due SIM in formato nano oppure una SIM ed una scheda micro SD) sulla destra ed il bilanciere del volume ed il tasto di accensione/spegnimento sulla destra anch’essi realizzati in metallo (il tasto di accensione inoltre riporta una leggera zigrinatura per essere facilmente riconoscibile). Sul profilo superiore troviamo le antenne e l’ingresso jack da 3,5 mm mentre su quello inferiore sono alloggiati lo speaker di sistema, l’ingresso micro USB con supporto OTG ed il microfono.

Le dimensioni dell’HomTom S9 Plus sono abbastanza generose e dallo spessore elevato (158,8, x 74,5 x 8,2 mm) come lo è il peso pari a 222 grammi, che a lungo andare si fa sentire nell’utilizzo ad una mano. Infine il retro è realizzato in plastica rivestita da un piccolo strato di vetro, che quando viene colpito dalla luce diretta del sole regala piacevoli riflessi di luce,di qualità ma che purtroppo trattiene impronte o sporco in generale. E’ ben visibile il logo dell’azienda e le due fotocamere posteriori contornate da un profilo in alluminio lucido ed il singolo flash LED. Non ho trovato particolarmente scivoloso lo smartphone ma ad ogni modo la cover in dotazione riesce ad annullare qualunque tipo di paura grazie anche all’ottima ergonomia del device ottenuta dalla doppia fresatura sui bordi (lavorazione CNC).

Il display è un’unita fornita da Sharp da 5,99 pollici di tipo IPS con formato d’aspetto in 18:9 e risoluzione HD+ (1440 x 720) e tecnologia InCell (il materiale conduttivo è installato direttamente all’interno del pannello in vetro). I colori restituiti sono brillanti e mai sbiaditi, anche i contrasti sono decisamente apprezzabili mentre i neri come da tecnologia IPS ad una certa inclinazione tendono radicalmente al grigio. E’ presente a livello software la funzione MiraVision attraverso la quale settare a piacimento temperature, contrasti e saturazione dei colori, nonchè impostare il filtro per la luce blu. Il formato 18:9 però porta con se anche degli svantaggi, come ad esempio nei video in 16:9 che vengono accompagnati da bande nere laterali oppure problemi di visualizzazioni di alcune applicazioni e/o giochi non ancora ottimizzati per questo tipo di formato. Assente purtroppo il supporto a file multimediali in 4K, UHD e MKV.

A muovere tutto il sistema ci pensa la CPU fornita da MediaTek, modello MT6750T, octacore Cortex-A53 con frequenza di clock a 1,5 GHz, affiancato da una GPU Mali-T860 [email protected], 4 GB di RAM e 64 GB di storage interno espandibili tramite scheda micro SD, rinunciando alla funzionalità Dual Sim Dual Standby con supporto fino a 128 GB. Presente naturalmente il modulo Bluetooth 4.0, il WiFi b/g/n, la Radio FM (cosa da non sottovalutare) ed il modulo GPS, il quale mi ha stupito per rapidità nel fix e precisione durante la navigazione.

homtom s9 plus

Le prestazioni, seppur nei benchmark l’HomTom S9 Plus non spicchi tra i primi posti, sono decisamente buone. Non ho mai ravvisato rallentamenti del sistema o lag in generale, e la RAM risulta ben ottimizzata. Nonostante le notevoli applicazioni lasciate in background risulta piacevole anche giocare con giochi dalla grafica non propriamente semplice. Insomma un sistema fluido e reattivo che nella quotidianità riesce a farsi apprezzare in ogni situazione.

Il sistema operativo è Android 7.0 con patch di sicurezza del 5 luglio 2017, un sistema operativo leggermente personalizzato da HomTom, senza rinunciare alle caratteristiche peculiari di Nougat, quali il Multi Schermo. Rispetto altri modelli dello stesso brand, il sistema risulta più curato, in quanto il launcher proprietario (senza app drawer) è stato leggermente aggiornato aggiungendo effetti di transizione tra le pagine, migliorando la grafica della barra delle notifiche e delle impostazioni. Inoltre durante il mio utilizzo ho ricevuto un aggiornamento firmware il che fa ben sperare circa eventuali risoluzioni di bug o altro, come ad esempio l’errore in fase di attivazione di ricercare il “sensore d’impronte posto sul retro”.

 

Sono state inoltre aggiunte alcune funzionalità, come lo Screen Assistant (un pallino in stile iPhone che emula i tasti software ed il blocco schermo ma purtroppo non li elimina dalla barra inferiore), oppure alcune gesture a schermo per il lancio di determinate applicazioni, oppure si può agitare il telefono per rispondere ad una chiamata, doppio tap per accendere o spegnere il display, ma anche attivare la modalità di super risparmio energetico la quale permetterà di utilizzare il telefono privandolo delle funzioni smart in modo da risparmiare batteria ed infine tenendo premuto per circa 3 secondi il tasto back si può effettuare uno screenshot con forme predefinite oppure disegnate dall’utente.

Non ci sono problemi legati alla mancata ricezione di notifiche, ed il sistema è completamente in italiano ad eccezione delle funzioni introdotto da HomTom (in lingua inglese), così come è presente il Play Store e gran parte della suite delle app fornite da Google. Assente invece la modalità ad una mano che avrebbe agevolato ulteriormente l’ergonomia, di per sè buona, ma svantaggiata dal peso eccessivo del device.

Passando al comparto telefonico non si riscontra alcun tipo di problema nella gestione Dual SIM, e la ricezione è sempre al top, forte anche della connettività LTE e della presenza della banda 20 a 800 MHz. La resa audio in capsula è decisamente ottimo, brillante e dal giusto volume. Anche lo speaker mono svolge egregiamente il suo lavoro con un livello di volume elevato, seppur ne risentano le tonalità basse smorzate da quelle alte.

homtom s9 plus

Interessante anche il comparto fotografico che vanta sul frontale una camera da 13 megapixel con apertura f/2.2 (in realtà 8 interpolati a 13). Come visto su modelli similari la posizione è nell’angolo inferiore sinistro e pertanto occorrerà capovolgere lo smartphone per fare un selfie o un video. La qualità è più che discreta anche se a volte luci ed ombre non vengono sempre gestiti nel modo giusto, così come con il calare dell’illuminazione il rumore di fondo e la perdita dei dettagli diventa evidente. Sul retro invece troviamo un doppio modulo composto da un sensore da 16 megapixel (in realtà 13 interpolati a 16) con apertura f/2.0 ed uno da 5 megapixel (in realtà 2 interpolati a 5).

Purtroppo la presenza della doppia camera è risultato solo uno specchietto per allodole, in quanto la camera secondaria non ha mai funzionato e l’effetto bokeh si ottiene soltanto a mezzo software. Detto ciò la camera dell’HomTom S9 Plus produce scatti di qualità più che discreti, dai buoni dettagli e dai colori abbastanza naturali. La messa a fuoco a volte risulta imprecisa mentre nei video risulta del tutto assente, per cui occorre tappare sullo schermo. Anche i video, che possono essere girati in risoluzione Full HD a 30 fps, risultano spesso sfocati e dai colori troppo saturi, mentre in condizioni di scarsa luminosità il rumore di fondo nelle foto risulta abbastanza limitato superando le aspettative e le performance dei compagni cinesoni.

L’interfaccia è la classica fornita da MediaTek con l’unico aggiornamento relativo alla modalità Picture in Picture, il quale consente di realizzare scatti combinati tra camera anteriore e posteriore, con possibilità si sfruttare la funzione anche nei video. E’ presente l’HDR, la modalità bellezza, panorama nonchè vari filtri applicabili in tempo reale. HomTom S9 Plus infine integra un editor fotografico specifico per i selfie in grado di modificare alcuni parametri quali tonalità della pelle, sbiancamento dei denti, forma del viso e molto altro. Purtroppo va segnalato il fastidioso bug relativo all’HDR, in quanto abilitando lo stesso, sullo schermo compariranno macchie viola ad intermittenza.

Infine è presente una batteria non removibile da 4050 mAh che riesce a garantire una giornata completa con utilizzo medio-intenso ottenendo circa 4 ore e 40 minuti circa di schermo attivo senza beneficiare di alcun risparmio energetico, mentre la ricarica avviene in tempi non proprio rapidi, come indicato dal fornitore, in quanto occorreranno circa 3 ore per portare l’HomTom S9 Plus da 0 a 100.

HomTom S9 Plus cerca di distinguersi dalla massa di smartphone cloni di altri modelli trovando una propria identità in un design di ultima generazione e dalla buona solidità costruttiva. Purtroppo a farne le spese è il peso davvero eccessivo che in un certo senso riesce a farsi perdonare dall’ottima ergonomia dovuta al formato 18:9 del display. Un display che convince come lo fanno le prestazioni generali e la fluidità che riescono ad accompagnare l’utente durante tutta una giornata media-intensa. La cosa che proprio non mi è andata giù è il mancato funzionamento della doppia camera ottenendo il cosiddetto effetto sfocato solo a mezzo software, nonchè i bug relativi proprio all’utilizzo della camera come video sfocati e macchie viole in fase di utilizzo HDR. Forse era meglio dotare il device di un solo modulo, magari con un sensore dalla qualità maggiore, sperando che parte dei difetti riscontrati vengano fixati con un prossimo aggiornamento di sistema. Attualmente potete trovare l’HomTom S9 Plus in offerta sullo store Gearbest.com a poco meno di 130 euro, un prezzo tutto sommato onesto, al netto dei difetti riscontrati.

8.1 Punteggio totale
HomTom S9 Plus

Ho definito l'HomTom S9 Plus un principe povero, perchè in apparenza sembra avere tutte le carte in regola per diventare un best buy, ma purtroppo i difetti di una doppia fotocamera finta e la resa generale del comparto fotografico, al giorno d'oggi non possono essere presi sotto gamba. Un vero peccato perchè il display, la robustezza e la qualità costruttiva ma soprattutto le performance e l'affidabilità nell'utilizzo quotidiano sono qualità difficili da trovare sui cosiddetti cinesoni.

CONFEZIONE
9.2
DESIGN E MATERIALI
8.8
DISPLAY
8.9
HARDWARE
8
AUDIO E RICEZIONE
8.7
SOFTWARE
7.5
FOTOCAMERA
6
BATTERIA
7.7
PREZZO
8.2
PROS
  • DISPLAY DAI COLORI BRILLANTI
  • RICEZIONE TELEFONICA
  • DESIGN E MATERIALI
  • AFFIDABILITA' NELL'UTILIZZO QUOTIDIANO
  • PULSANTE PER IMPRONTE DIGITALI MULTIFUNZIONE
CONS
  • FOTOCAMERA INSUFFICIENTE
  • PESO ECCESSIVO
  • RETRO E DISPLAY POCO OLEOFOBICI
  • MANCANZA SUPPORTO QUICK CHARGE
  • INGRESSO MICRO USB ANZICHE' TYPE-C
  • SCARSA OTTIMIZZAZIONE PER RAPPORTO 18:9
  • WIFI MONOBANDA
  • FINTA DOPPIA FOTOCAMERA
Add your review  |  Read reviews and comments
Telegram Logo T'interessano le offerte? Segui il nostro Canale Telegram! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

Da sempre appassionato di tecnologia ma molto timido. Ho provato a sconfiggere la timidezza prima aprendo un canale youtube e successivamente collaborando come articolista e recensore su alcuni blog per approdare definitivamente in xiaomitoday.it Scrivimi: [email protected]

  • Paolo Boccardi

    Grazie, bella ed esaustiva recensione. Ho acquistato questo smartphone ma ora che è arrivato non riesco ad usarlo: si blocca in continuazione, si riavvia, le applicazioni danno errore, al riavvio non sempre finisce il caricamento (rimane su logo homtom). Smartphone fallato nella ram?

    • Prova un reset delle impostazioni

      • Paolo Boccardi

        Ho resettato diverse volte, anche facendo un wipe totale. Nulla. Sarà difettoso, il problema è rimandarlo a gearscatola.
        Paolo

        • Non ti resta che aprire oggi stesso un ticket di assistenza. Ti anticipo che ti chiederanno un video del problema, mandaglielo insieme al ticket così guadagni tempo.

          • Paolo Boccardi

            Gli ho scritto e mandato un video. Siccome ho detto che penso sia un problema con il Play Service, ogni volta che lo aggiorno inziano i problemi, Mi hanno risposto che a gennaio certificano. Ma è strano che se riavvio lo smartphone molto spesso non parte proprio anche dopo wipe. Allora gli ho riscritto dicendo che può essere proprio difettosa la mia unità e gli ho chiesto di sotituirlo. Vedremo. Grazie
            Paolo

          • Paolo Boccardi

            Può l’aggiornamento firmware che ha mandato in palla il sietema? Io l’ho installato appena acceso.
            Inviato da iPhone

          • Ma è arrivato in automatico?

          • Paolo Boccardi

            In automatico appena collegato alla rete wifi

            Paolo

  • Devis Venturelli

    Buongiorno, sono intenzionato ad acquistare questo smartphone. Vorrei sapere, in caso di guasto, come si procede?
    Premetto, ho un OnePlus 2, già stato in assistenza due volte, servizio impeccabile, mandano a loro spese con UPS il cel in Polonia e in meno di una settimana ritorna completamente sistemato.
    Grazie.

    • Con GearBest devi rispedire il telefono in Cina (circa 25€ con racc. internazionale) ed i tempi sono di circa 30 giorni. Ovviamente stiamo parlando di cifre completamente diverse rispetto al OnePlus!

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Compare
0