T'interessano le OFFERTE? Risparmia con i nostri coupon su WHATSAPP o TELEGRAM!

UNIHERTZ TICK TOCK S – Metà RUGGED doppio DISPLAY

Unihertz Tick Tock S di certo non può essere scambiato per un qualsiasi smartphone rugged, per via di una caratteristica unica nella sua fascia d’appartenenza, ovvero la presenza di un doppio display, che svolge alcune funzioni che potremmo associare a quelle di uno smartwatch. Scopriamo quindi insieme prestazioni e se ne vale la pena acquistare un telefono di questo genere.

DESIGN E COSTRUZIONE

Il Tick Tock S non è sicuramente uno di quei telefoni tascabili, con dimensioni pari a 168.5 × 82.5 × 14.3 mm ed un pesi di 294g ma senza dubbio è estremamente solido, con un mix di gomma e metallo che circonda il telefono. Troviamo la certificazione IP68, quindi resistente ad immersioni tanto che è presente una funzionalità a livello software che permette di utilizzare la fotocamera sott’acqua. A livello di display, come anticipato ne troviamo due, il principale da 6,53 pollici mentre sul posteriore abbiamo un display secondario abilitato al tocco da 360 × 360 pixel da 1,3 pollici. Sul profilo superiore a sorpresa troviamo un trasmettitore IR e sul lato sinistro invece due pulsanti di colore rosso adibiti al richiamo di applicazioni o funzioni di scelta rapida, abilitando anche più feature personalizzando il richiamo tra singolo e doppio tocco oppure pressione prolungata. I profili sono in metallo con viti torch a vista che donano un aspetto industrial ed elegante al tempo stesso allo smartphone. Troviamo poi il vassoio SIM in grado di ospitarne due in formato nano con connettività 5G dual ma assente l’espansione della memoria.

Sul profilo destro abbiamo invece a disposizione il bilanciere del volume con tasti zigrinati per un facile riconoscimento anche al buio ed il tasto di accensione che ingloba anche il sensore biometrico per lo sblocco del dispositivo per mezzo di impronta digitale. Purtroppo il funzionamento di questo non è tanto affidabile, probabilmente per una sporgenza del tasto poco pronunciata. Dovremmo quindi a volte affidarci allo sblocco con il volto, meno sicuro e comunque non performante in condizioni di buio. Infine sul profilo inferiore è presente il microfono principale e l’ingresso USB Type-C con funzione OTG e supporto alla ricarica rapida a 30W, ma niente uscita video. Questo ingresso è protetto da uno sportello in silicone che aiuta anche a prevenire l’isolamento da agenti terzi come acqua e polvere. Niente ingresso jack per cuffie ma in confezione trovate l’adattatore che vi permetterà di sfruttare dei vostri auricolari cablati, utili anche per la fruizione della Radio FM.

Per l’aspetto rugged del Tick Tock S a livello software troviamo l’app toolbox che offre tante funzioni tra cui fonometro, bussola, torcia, cardiofrequenzimetro, tachimetro e altro ancora. Tornando invece sulla parte posteriore dello smartphone, ad accogliere il display secondario troviamo anche due fotocamere e flash LED mentre più in basso abbiamo una feritoia, che nasconde l’unico speaker del device. Una posizione purtroppo infelice perchè quando lo smartphone è poggiato su una superficie, l’audio che ne fuoriesce risulta occluso, che aggiungendosi ad una qualità non proprio elevata, non fa brillare l’Unihertz Tick Tock S in termini di resa sonora. Il volume però è generoso il che lo rende utile per conversazioni in vivavoce.

DISPLAY

Il display frontale, di tipo IPS e protetto da un vetro PANDA MN228 (una sorta di Gorilla Glass più economico), ha una risoluzione Full HD+ (1080×2340 pixel) con frequenza di aggiornamento di soli 60Hz. La luminosità massima non è tra le più potenti e questo risulta un punto a sfavore considerando che la tipologia d’utenza a cui si rivolge questo Tick Tock S, potrebbe sfruttare molto il device sotto luce diretta del sole, come ad esempio driver oppure operatori edili etc.. A parte ciò, il display è risultato sempre fluido ma soprattutto non delude la riproduzione di contenuti multimediali, anche se risultano assenti i DRM Widevine L1, ma nel complesso i colori riprodotti sono piuttosto fedeli. Non è presente funzione di AOD in quanto non si tratta di un pannello AMOLED e purtroppo non abbiamo nemmeno un LED di stato, ma d’altronde il display secondario che è stato inserito a fare?

HARDWARE E PRESTAZIONI

Con un MediaTek Dimensity 700 (soluzione octacore con clock da 2.2 GHz), lo smartphone proposto da Unihertz non delude in ambito di prestazioni, anche se lo spingiamo nel contorto mondo del gaming. Possiamo gestire più azioni contemporaneamente con estrema fluidità e senza incappare in rallentamenti oppure surriscaldamenti. A tal proposito uno dei punti a favore di questo device è l’autonomia che con utilizzo standard si porta anche oltre i 2 giorni. Presente una sorta di ricarica rapida a 30W mentre è assente la ricarica wireless che eviterebbe di perdere tempo con i cavi, considerando anche la presenza dello sportello in gomma della porta USB.

A livello hardware Tick Tock S si difende piuttosto bene essendo fornito con 8 GB di RAM LPDDR4X e 256 GB di memoria interna UFS 2.2 non espandibile, che contribuiscono alle buone performance del telefono. Non manca poi il sensore NFC per pagamenti in mobilità, WiFi Dual, Bluetooth 5.3 e GPS, elementi che godono di un buon funzionamento, cosa non proprio scontata su questa categoria di prodotto. Il 5G non ho potuto testarlo ma posso dirvi che nel complesso ho sempre goduta di una buona velocità di navigazione anche se il 4G+ non viene agganciato, potendo quindi sfruttare solo il 4G standard. Anchela qualità delle chiamate è indiscutibile e peraltro a livello software possiamo registrare le chiamate.

Il software si basa su Android 12 in versione praticamente stock e quindi con assenza di bloatware, mentre le patch risultano ferme a dicembre 2022. La traduzione dei menù in italiano lascia a desiderarem tanto che molti non sono proprio tradotti e questo per dire che lato aggiornamenti, Unihertz Tick Tock S probabilmente non riceverà alcun major update. Pertanto se siete attenti a questo ambito, lui ma anche tanti altri device della stessa categoria, non sono adatti e quindi meglio lasciar perdere.

SPECIFICHE

  • Dimensioni: 168,5 × 82,5 × 14,3 mm
  • Peso: 294 g (con batteria)
  • CPU: Dimensity 700 Octa-Core (fino a 2,2 GHz)
  • Sistema operativo: Android 12
  • Memoria: 8 GB RAM LPDDR4X + 256 GB UFS 2.2
  • Batteria: 5200 mAh
  • Scheda SIM: doppia scheda Nano SIM
  • Micro SD: no exp
  • Vetro di copertura display: vetro Panda MN228
  • Dimensioni del display: schermo principale: 6,53 pollici / schermo secondario: 1,3 pollici
  • Risoluzione: schermo principale: 1080 × 2340 pixel, schermo secondario: 360 × 360 pixel
  • Fotocamera posteriore: 64 MP AF + obiettivo macro da 2 MP
  • Fotocamera frontale: 32MP FF
  • Banda telefonica: 2G GSM (Banda 2/3/5/8), 3G WCDMA (Banda 1/2/4/5/6/8/19), 3G CDMA2000 (Banda BC0/BC1), 4G FDD-LTE (Banda 1 /2/3/4/5/7/8/12/13/17/18/19/20/25/26/28A/28B/66), 4G TDD-LTE (Banda 34/38/39/40/ 41), 5G NR (Banda N1/2/3/5/7/8/12/20/25/28/38/40/41/66/77/78)
  • Wi-Fi: WLAN 802.11 a/b/g/n/ac 2,4 GHz/5 GHz, Wi-Fi Direct, hotspot Wi-Fi
  • Bluetooth: Bluetooth 5.3
  • NFC:
  • GPS: GPS + GLONASS + BeiDou + Galileo
  • Sensori: impronte digitali (integrato con il pulsante di accensione), sensore G, giroscopio, prossimità, sensore di luce ambientale, bussola, barometro
  • Riconoscimento facciale:
  • Porta a infrarossi:
  • USB: USB di tipo C
  • USB OTG:
  • Tasi programmabili:
  • Jack per cuffie da 3,5 mm: No
  • Ricarica wireless: No
  • Radio FM:
  • Certificazione: IP68 resistente all’acqua e alla polvere

FOTOCAMERA

A livello fotografico, troviamo un sensore principale da 64 MP di origine sconosciuta e con un’apertura di f/2.8. C’è il supporto per la stabilizzazione video (elettronica), che a sua volta a livello di risoluzione arriva al 2K ma non c’è stabilizzazione ottica dell’immagine per le immagini fisse. A tal proposito, la stabilizzazione in generale è davvero carente e di scarsa qualità. Dall’altro lato del display posteriore c’è una fotocamera macro (2 megapixel) f.2.8, con resa tutto sommato accettabile. Non c’è molto da dire su nessuna delle due fotocamere, a parte il fatto che sono funzionali e si comportano in modo abbastanza eloquente in buona luce. Unihertz deve ancora includere una modalità notturna specifica nella sua app per fotocamera, quindi non c’è modo di ottenere un’immagine di buona qualità al buio.

La fotocamera selfie da 32 megapixel sulla parte anteriore va bene, ma una caratteristica chiave di questo telefono è quel display secondario che ti consente invece di utilizzare la fotocamera da 64 megapixel. Capovolgi il telefono e puoi utilizzare il display posteriore come mirino e scattare foto con la fotocamera superiore.

SCATTI ESEGUITI DA trCAMERA

Tutto sommato, le fotocamere non sono particolarmente entusiasmanti e Unihertz deve lavorare per migliorare la sua applicazione per fotocamere se vuole rendere i suoi dispositivi più attraenti per un pubblico più ampio. Per fortuna in soccorso arriva una particolare versione di GCam modificata ad hoc per device del genere, che non regala miracoli, ma perlomeno permette di scattare immagini in modalità Ritratto, fruire dell’HDR e nel complesso migliorare la resa di foto e video.

CONFRONTO TRA CAMERA STOCK (foto a SX) E trCAMERA (foto a DX)

Un capitolo a parte devo dedicarlo al display secondario, di cui vi svelo non trovo chissà quale utilità se non quella appena citata sopra. Puoi scegliere nelle impostazioni quale quadrante dell’orologio desideri visualizzare con personalizzazione anche tramite foto personali e decidere per quanto tempo desideri che il display sia attivo. Puoi abilitarlo con un breve tocco di uno dei tasti di scelta rapida o un doppio tocco sul display stesso oppure in alternativa puoi scegliere di averlo sempre acceso, ma anche con la batteria da 5200 mAh il consumo aumenterà dell’1/2% all’ora. In questo caso la fluidità di scorrimento non è velocissima, ma funziona abbastanza bene per le notifiche di base o per controllare la tua musica.

CONCLUSIONI

L’Unihertz TickTock S è un telefono rugged che non rinuncia ad un aspetto premium e particolare. Interessante il dual display con funzioni al pari di uno smartwatch, anche se proprio questa presenza rende meno “rugged” il telefono che per quanto sia resistente e corazzato non pregiudica la possibilità di rottura del display qualora questo cada in terra contro un sasso o altro. Ottima l’autonomia che permette di utilizzarlo anche per più giorni ma soprattutto non deludono le prestazioni, sia per utilizzo standard che in ambito gaming.

Segni a sfavore risultano l’audio per via della posizione dello speaker e la resa fotografica e video, contando anche sull’assenza di una grandangolare, che avrei preferito al posto di quella macro, ma nel complesso interessante la possibilità di installare una GCam alternativa per le CPU MediaTek, che di fatto migliora le foto e i video, anche se l’assenza di stabilizzazione si fa sentire. Al prezzo di circa 250 euro al cambio, sullo store ufficiale e su AliExpress, diventa uno smartphone interessante e competitivo rispetto modelli appartenenti alla stessa categoria di mercato.

7.2 Punteggio totale
UNIHERTZ TICK TOCK S

Il prezzo relativamente basso dI Tick Tock S potrebbe renderlo un telefono che vorresti provare, offrendo caratteristiche che si combinano alla perfezione per chi è alla ricerca di un device robusto ma senza lesinare sulle prestazioni. Ma la domanda chiave è: il display secondario serve davvero? Secondo me, probabilmente no.

CONFEZIONE
7.5
DESIGN E MATERIALI
8.4
DISPLAY
7
HARDWARE
7.4
AUDIO
6.1
RICEZIONE
7.5
SOFTWARE
6.3
FOTOCAMERA
6.1
BATTERIA
9.1
ERGONOMIA
6.2
ESPERIENZA UTENTE
7.4
PREZZO
6.8
PROS
  • POSSIBILITA' DI INSTALLARE GCAM ALTERNATIVA
  • DISPLAY FHD
  • AUTONOMIA
  • PRESTAZIONI ANCHE PER GAMING
  • CONNETTIVITA' COMPLETA (IR, NFC, BLUETOOTH, GPS)
  • QUALITA' DI COSTRUZIONE
  • ESTETICA PREMIUM
  • PULSANTI SCELTA RAPIDA PER AVVIO APP E/O FUNZIONI EXTRA
CONS
  • SUONO OVATTATO PER VIA DELLA POSIZIONE DELLO SPEAKER
  • PRESENZA FOTOCAMERA MACRO ANZICHE' ULTRAWIDE
  • SCARSA RESA FOTOGRAFICA
  • ASSENZA ESPANSIONE DI MEMORIA
  • PROBABILE ABBANDONO PER AGGIORNAMENTI FIRMWARE
Add your review
Emanuele Iafulla
Emanuele Iafulla

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
XiaomiToday.it
Logo