fbpx

Scelta “Green” per l’acquisto di Xiaomi Mi 11? Occhio a quale caricabatterie utilizzi, perchè rischi il bootloop

Xiaomi Mi 11 arriva sul mercato privato della classica confezione di vendita, incorporando solo lo smartphone e null’altro, pertanto niente cavo e niente alimentatore. Una scelta che ripercorre quanto Apple ha fatto con i propri iPhone 12, seppur in realtà la compagnia di Lei Jun da la possibilità al cliente di decidere se ricevere o meno il caricatore, mantenendo lo stesso prezzo di vendita.

Sulle vendite di uno o l’altro modello ci siamo già pronunciati in questo articolo, ma con oggi vogliamo mettervi in guardia, nel caso abbiate optato per la scelta “green”, sul fare attenzione al tipo di caricabatterie che andrete ad utilizzare sul vostro Xiaomi Mi 11. In particolare sono molti gli utenti che stanno lamentando problemi di bootloop legati al caricatore GaN da 65W che Xiaomi stessa produce e vende.

mi 11

Un caricabbaterie del genere permette di ottenere una ricarica rapida di prodotti esosi in termini energetici, come i notebook, il tutto in dimensioni davvero contenute. Viene utilizzata la tecnologia al nitruro di gallio, equipaggiando il caricatore dell’interfaccia di tipo C, compatibile con una ricarica rapida massima di 65W in power delivery 3.0, oltre che supportare una serie di protocolli di ricarica rapida dei vari brand come Samsung, Huawei, Apple etc..

mi 11

Grazie all’inclusione del nuovo materiale semiconduttore GaN (nitruro di gallio), le dimensioni del caricabatterie GaN da 65 W di Xiaomi sono circa il 48% più piccole rispetto ai caricabatterie standard attualmente in vendita o che hanno accompagnato gli smartphone di Xiaomi fino ad oggi.

Scelta “Green” per l’acquisto di Xiaomi Mi 11? Occhio a quale caricabatterie utilizzi, perchè rischi il bootloop

Tutto molto bello vero? Eppure questo particolare caricabatterie GaN è stato ritirato dalla vendita intorno ad aprile 2020, a causa del fatto che il caricabatterie sarebbe stato coinvolto in un incidente di pirateria sui telefoni Android, che ha causato problemi di comunicazione tra telefoni cellulari e caricabatterie. Xiaomi, ha ritirato dalle vendite i caricabatterie GaN che contenevano questo guasto, ma molti utenti potrebbero ancora avere questo modello in casa e quindi utilizzarlo per ricaricare il loro Xiaomi Mi 11.

mi 11

Sono infatti molti gli utenti che si sono riversati sul social Weibo dopo aver provato la combo Xiaomi Gan 65W e Mi 11, ottenendo un bootlloop infinito. Al momento l’unica soluzione è quella di recarsi in uno dei vari Mi Store per una soluzione, che sia un rispristino o il cambio definitivo del terminale. L’azienda sta comunque cercando di fare chiarezza per capire se il problema riguarda tutti i caricatori GaN 65W oppure se è circoscritto alla vecchia spedizione che era stata ritirata ad aprile 2020.

mi 11

In tal caso Xiaomi dovrebbe eseguire un aggiornamento OTA per Mi 11 in modo da supportare questi caricabatterie GaN da 65W interessati. Ad ogni modo gli utenti fanno sapere che qusto tipo di evento è capitato solo con il Mi 11 e che con altri smartphone dell’azienda non era successo.

[Fonte]

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Logo
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0