T'interessano le OFFERTE? Risparmia con i nostri coupon su WHATSAPP o TELEGRAM!

Come si comporta il display di Redmi Note 13 Pro+ 5G? Ce lo dicono gli esperti

L’ultimo smartphone della serie medio gamma di Xiaomi è andato sotto i riflettori di DxOMark, l’agenzia che come di consueto si occupa delle prestazioni audio, video e non solo dei dispositivi. L’uscita della serie Redmi Note 13 in Italia ha destato interesse e le fotocamere di Redmi Note 13 Pro+ 5G tutto sommato non hanno deluso. Ma la stessa cosa varrà anche per il display del dispositivo? Ecco cosa è uscito fuori dalla valutazione degli esperti.

Prestazioni del display del Redmi Note 13 Pro+ 5G

Il Redmi Note 13 Pro+ 5G si presenta con un display AMOLED da 6,67 pollici, offrendo una risoluzione di 1220×2712 pixel e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz, incorniciato in un formato 20:9. Queste specifiche pongono le basi per un’esperienza visiva di qualità, ma cosa emerge quando il dispositivo viene messo alla prova?

Gli esperti di DxOMark hanno innanzitutto esaminato le performance dello schermo sotto la diretta esposizione solare. Nonostante le promesse, si è rivelato che la leggibilità e la fedeltà cromatica subiscono un calo significativo, mettendo in luce una vulnerabilità del dispositivo in condizioni di forte luminosità esterna.

Nel contesto della visione di video in HDR, il Note 13 Pro+ 5G ha mostrato una riproduzione cromatica naturale. Tuttavia, nonostante questa fedeltà nei colori, la luminosità non sembra essere all’altezza, lasciando l’utente con la sensazione che qualcosa manchi per un’esperienza visiva pienamente soddisfacente.

display del Redmi Note 13 Pro+ 5G

Per quanto riguarda la reattività, il display di Redmi Note 13 Pro+ 5G ha dimostrato di essere all’altezza delle aspettative, con una risposta al tocco rapida e precisa. Ciò nonostante, durante le sessioni di gioco, sono stati riscontrati alcuni problemi come strappi dell’immagine e clic fantasma ai bordi dello schermo, ombre che possono turbare l’immersività del giocatore.

Un punto di forza indiscutibile è l’assenza quasi totale di sfarfallio, anche a bassi livelli di luminosità, grazie a un eccellente indice PWM di 1930 Hz. Questo aspetto, insieme a un punteggio elevato nella riproduzione dei colori, posiziona il Redmi Note 13 Pro+ 5G ai vertici della sua categoria per alcuni aspetti chiave della qualità visiva.

Nonostante le sue ottime prestazioni in specifici settori, il dispositivo si colloca solamente al centoseiesimo posto nella classifica generale di DxOMark, piazzandosi al quattordicesimo posto tra gli smartphone della sua fascia di prezzo. Questo posizionamento sottolinea un’area di miglioramento per Redmi, che potrebbe concentrarsi sull’ottimizzazione della luminosità e della gestione dei colori in condizioni di forte luminosità per future iterazioni.

Gianluca Cobucci
Gianluca Cobucci

Appassionato di codice, lingue e linguaggi, interfacce uomo-macchina. Tutto ciò che è evoluzione tecnologia è di mio interesse. Cerco di divulgare la mia passione con la massima chiarezza, affidandomi a fonti certe e non "al primo che passa".

Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
XiaomiToday.it
Logo