fbpx

Redmi Note 11S – La (giusta) via di mezzo tra 11 Pro e 11 standard (anche nel prezzo)?

Con il modello S la serie Note 11 di Redmi si conclude e proprio questo esemplare si pone in mezzo tra il modello Pro e quello “liscio”. Si dice sempre che il giusto sta nel mezzo, ma sarà così anche per Redmi Note 11S oppure è uno smartphone di cui si poteva fare a meno? Scopriamolo insieme all’interno di questa recensione completa.

REDMI NOTE 11S
SUPER OFFERTA LANCIO
249,00€
Redmi Note 11S – La (giusta) via di mezzo tra 11 Pro e 11 standard (anche nel prezzo)?

Come avete potuto notare dalla recensione Youtube, al Redmi Note 11S non ho dedicato grandi riprese cinematografiche, ma ho eseguito una recensione “vecchia scuola”, perchè il terminale in questione risulta essere un ibrido tra modello Pro e modello 11 standard, ma non per questo non merita di essere raccontato a partire dall’unboxing dove troviamo protagonista la seguente dotazione:

  • Cavo di alimentazione e trasferimento dati USB Type-C;
  • Alimentatore da muro con presa europea con output max di 11V/3A-33W;
  • Spillo per la rimozione del vassoio SIM;
  • Manualistica;
  • Cover di protezione in silicone trasparente con coperchio ingresso Type-C;
  • Pellicola in plastica a protezione display pre-applicata;
  • Redmi Note 11S.

VALORE SAR: Testa: 0,595 W/kg, Corpo: 0,936 W/kg (distanza 5mm).

Anche a livello estetico si pone a metà tra i due fratelli della serie Note, adottando misure identiche all’11 standard, ovvero 159,87 x 73,87 x 8,09 mm ed un peso di 179 grammi, ma il comparto fotografico lo eredita invece dalla varainte Pro, anzi qui viene intergrata una quarta ottica. Pertanto la sporgenza del modulo fotografico è accentuata, dovendo ricorrere alla custodia di protezione per livellare lo scalino con la scocca. Presente infine una certificazione IP53 splash proof.

Si confermano materiali plastici per la costruzione, sia per la back cover che per il frame, ma rispetto gli altri due esemplari della serie, Redmi Note 11S è una vera calamita per impronte e sporco in generale. Non manca il trasmettitore IR, jack da 3,5 mm e secondo microfono per la riduzione dei fruscii in chiamata, sul profilo superiore dove è inserito anche il primo dei due speaker che regalano un suono stereo indipendente dalla capsula auricolare.

Il secondo speaker lo troviamo in basso, accompagnato dal microfono principale ed ingresso Type-C per la ricarica con supporto OTG ma niente uscita video. Sul profilo destro trovano posto il bilanciere del volume ed il pulsante d’accensione che incorpora anche il sensore per lo sblocco tramite impronte digitali, di cui confermo la rapidità ed affidabilità del funzionamento. Sul lato opposto è presente in solitaria, il vassoio SIM in grado di ospitare 2 SIM in formato nano con connettività 4G+ su entrambi gli slot ed un ulteriore vano per scheda micro SD ad espansione della memoria integrata con supporto fino a 1 TB.

Niente 5G ma ottima la ricezione e velocità di navigazione, mentre il suono stereo è al pari degli altri due membri della serie, mantenendo purtroppo anche una posizione asimmetrica degli speaker, il che si traduce nella copertura involontaria di uno dei due altoparlanti quando teniamo in landscape lo smartphone, offuscando il suono che ne fuoriesce. Per il resto non aspettatevi bassi caldi e corposi, ma al massimo volume perlomeno non abbiamo un suono gracchiante ma sempre pulito.

Passando alla parte frontale dello smartphone, Redmi Note 11 diventa praticamente indistinguibile dal modello “liscio”, infatti troviamo lo stesso identico pannello. Pertanto display AMOLED da 6,43 pollici protetto da vetro Corning Gorilla Glass 3, dotato di refresh rate a 90 Hz (senza possibilità di Dynamic Switch al momento) e frequenza di campionamento al tocco di 180 Hz.

1000 nits di picco per la luminosità e 409ppi senza supporto a contenuti HDR ma presenti i DRM Widevine L1 con riconoscimento anche su piattaforma Prime Video. Purtroppo troviamo anche lo stesso profilo colore, che restituisce a tratti colori slavati e freddi, dovendo agire tramite il software per una migliore calibrazione e resa. Nel complesso un display comunque piacevole e piuttosto immersivo, con cornici ridotte almeno su 3 lati ma con un mento piuttosto pronunciato.

Anche in questo caso i sensori di luminosità e prossimità lavorano bene e fanno dei tocchi involontari con la guancia, un lontano ricordo. Il punch hole centrale in cui è inserita la selfie camera, che permette lo sblocco con il volto dello smartphone anche in condizioni avverse di luminosità, non disturba la visione di contenuti e dopo pochissimo ci si fa l’abitudine.

Quello che cambia su Redmi Note 11S è senza dubbio l’hardware che lo fa girare, adottando la CPU MediaTek Helio G96, un processore octacore a 2,05 GHz e GPU ARM Mali-G57 MC2. Un connubio che si accompagna anche a 6/8 GB di RAM LPDDR4X e 64/128 GB di storage UFS 2.2, proponendosi anche in questo caso come una via di mezzo in termini di prestazioni tra il modello Pro e la variante standard.

Reattività e fluidità sono una piacevole presenza su questo smartphone, che grazie anche alla tecnologia di raffreddamento LiquidCool, permettono al Redmi Note 11S di essere sempre pronto in ogni situazione, senza mai ravvisare rallentamenti o lag, seppur sottoposto a notevole stress. Pertanto anche il gaming ne beneficia, portandosi a casa sessioni durature e durevoli, anche perchè la batteria da 5000 mAh non vi lascerà mai a secco di energia. Presente inoltre la ricarica rapida a 33W che con soli 61 minuti vi farà ottenere il 100% di energia, che potrebbe far arrivare lo smartphone a 2 giorni pieni di utilizzo se siete degli utenti più soft.

A muovere il tutto ci pensa la MIUI 13 su base Android 11 con patch di dicembre 2021, ma nulla da segnalare come vera importante novità rispetto la passata MIUI 12.5 se non (per fortuna) la totale assenza di bug. Assente la Radio FM, ma troviamo un ottimo Bluetooth 5.0, WiFi Dual con presa del segnale anche in angoli remoti della casa, GPS single channel con aggancio dei satelliti Galileo e NFC per i pagamenti in mobilità tramite telefono.

Il comparto fotografico fa tirare un sospiro di sollievo rispetto al modello 11 “liscio”, poichè ritroviamo come sulla variante Pro, una camera principale con sensore Samsung HM2 da 108 MP, f/1,9 e tecnologia pixel binning 9 in 1. Anche la grandezza del sensore permette la cattura di maggiori dettagli nelle foto ma in condizioni di scarsa illuminazione non sempre la modalità apposita registra buoni scatti.

Qui, per via del SoC MediaTek, non possiamo nemmeno installare una GCam (non al momento), dovendoci quindi accontentare delle performance della camera stock. Gli altri sensori sono un ultrawide da 8 MP, f/2.2 FOV 118° e 2 camere da 2 MP con funzioni di macro e profondità di campo con apertura f/2.4. Anche per i video, abbiamo la delusione di poter essere girati solo a risoluzione 1080p 30fps, sia su camera posteriore che camera selfie, questa un’unità da 16 MP f/2.4.

La stabilizzazione dei video però è presente, in forma digitale, portando a casa un buon risultato che almeno mette una pezza alla bassa risoluzione cui vengono girati i video. Il sensore principale è piuttosto luminoso e gli scatti in diurna sembrano belli carichi di dettagli, ma purtroppo il software d’elaborazione tende a sbiadire notevolmente i colori. Speriamo che un futuro update risolva queste svabature, perchè il potenziale sembra esserci tutti ed in parte anche l’hardware.

REDMI NOTE 11S
SUPER OFFERTA LANCIO
249,00€
Redmi Note 11S – La (giusta) via di mezzo tra 11 Pro e 11 standard (anche nel prezzo)?

CONCLUSIONI

Su Redmi Note 11S c’è in realtà poco da dire, nel senso che è senza dubbio un terminale valido, ma se siete alal ricerca di prestazioni allora andate sulla variante Pro altrimenti se non avete budget potete tranquillamente indirizzarvi su Note 11 standard, che poi con la GCam mette una grossa pezza alla resa fotografica.

Note 11S pertanto si pone proprio al centro tra gli altri due terminali della serie e personalmente, le mezze misure non mi sono mai piaciute, però sottolineo che l’acquisto è più che valido, ma per pochi euro in più sicuramente vale la pena di alzare l’asticella con il modello Pro.

8 Punteggio totale
REDMI NOTE 11S

Con Redmi Note 11S termina la saga della nuova serie NOTE. Questo, un device che si pone nel mezzo tra 11 Pro e 11 standard. Ma ha senso? Forse si, forse no...certo fosse costato qualcosa meno sarebbe stato quasi perfetto.

CONFEZIONE
7.7
DESIGN E MATERIALI
6.8
DISPLAY
8
HARDWARE
7.8
AUDIO
7.9
RICEZIONE
9
SOFTWARE
8.2
FOTOCAMERA
7.6
BATTERIA
9
ERGONOMIA
9.1
ESPERIENZA UTENTE
8.5
PREZZO
6.9
PROS
  • CONNETTIVITA' COMPLETA
  • SPEAKER STEREO
  • STABILIZZATORE DIGITALE EFFICIENTE
  • PRESTAZIONI EQUILIBRATE E SUPERIORI ALLA MEDIA
CONS
  • SOLO 4G+
  • VIDEO SOLO 1080P 30FPS
  • SCOCCA POCO OLEOFOBICA
  • PREZZO
Add your review
Emanuele Iafulla

Emanuele Iafulla

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
XiaomiToday.it
Logo