Redmi 10: Non a caso il numero del capitano è il 10

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Fatti furbo e iscriviti al nostro canale Telegram! Tantissimi codici sconto, offerte, errori di prezzo sulla tecnologia da Amazon ed i migliori store online.

Stiamo vivendo un momento storico in cui gli smartphone classificati come entry level, hanno molto da offrire e poco da invidiare ai modelli di fascia superiore. Rispetto il passato sono davvero pochi i compromessi a cui sottostare, tutto a beneficio delle nostre finanze, considerando che con una somma inferiore ai 200 euro ci si porta a casa un device in grado di soddisfare ogni esigenza, anche quella più spinta del gaming. E’ il caso del nuovo Redmi 10, da poco ufficializzato dal brand cinese e che fa delle prestazioni un cavallo di battaglia. Con oggi vi racconto perché scegliere lui, rispetto i tanti modelli presenti sul mercato. Abbiamo avuto l’onore di provarlo in anteprima grazie allo store partner Goboo e in questa recensione vi racconteremo la nostra esperienza.

REDMI 10
Garanzia ufficiale Xiaomi - Spedizione rapida dalla Spagna
152€ 179€
Redmi 10: Non a caso il numero del capitano è il 10

Nulla di particolare per quel che riguarda il look della confezione di vendita, un classico cartonato bianco con rappresentata l’immagine del prodotto in prima battuta, ma d’altronde quello che a noi interessa è il contenuto che nello specifico prevede la seguente dotazione:

  • Redmi 10;
  • Spillo per rimozione de vassoio SIM;
  • Cover in silicone trasparente con tappo di protezione ingresso ricarica;
  • Manualistica (presente anche l’Italiano);
  • Alimentatore da parete con output 10V/2.25A – 22.5W;
  • Cavo ricarica e trasferimento dati USB Type-C;
  • Pellicola in plastica a protezione display pre-applicata.

VALORI SAR:

Testa:0,590 W/Kg, Corpo: 0,995 W/Kg (distanza di 5 mm).

Il Redmi 10 si distingue sin dal primo contatto, rispetto la massa, per via di un design che prende ispirazione dai top di gamma del brand Xiaomi e Redmi, risultando moderno ed accattivante, donando l’impressione che questo smartphone vada ben oltre il segmento entry level, al netto di materiali definiti volgarmente poveri.

Infatti l’intera scocca è realizzata in policarbonato, con una verniciatura opaca, la quale purtroppo non offre un granchè come trattamento oleofobico, in quanto le impronte e sporco in generale saranno ben visibili, costringendoci qualora siamo fanatici della pulizia all’utilizzo della cover in dotazione. Cover che risulterà anche utile per livellare il gradino che si crea tra la scocca e la sporgenza del modulo fotografico, un rettangolo in cui sono inserite 4 ottiche ed un flash LED single tone.

Anche il frame laterale è realizzato in plastica e considerando la natura economica del device, va segnalato il gradino tra questo ed il display, tipico di dispositivi di fascia bassa, ma ad ogni modo (almeno nella colorazione da noi in test) il risultato a colpo d’occhio è comunque piacevole. Sui profili troviamo poi nella parte superiore il secondo microfono per la riduzione dei rumori in chiamata, il trasmettitore IR, ingresso jack da 3,5 mm per sfruttare auricolari cablati ed una feritoia adibita al suono stero che Redmi 10 offre.

redmi 10

Eh si, nonostante la natura economica, Redmi 10 è uno dei pochi dispositivi in questa fascia ad offrire un suono stereo, contando quindi su un secondo speaker posizionato nel frame inferiore, dove trovano sede anche l’ingresso USB Type-C per la ricarica del dispositivo e supporto OTG ed il microfono principale.

redmi 10

A proposito di suono stereo, devo precisare che l’audio che fuoriesce dai due speaker risulta sbilanciato, innanzitutto perché a livello di volume, lo speaker inferiore offre un livello più elevato rispetto quello superiore ma soprattutto perché lo spettro sonoro risulta con una dominante di frequenze medio-alte. Questo “difetto” si traduce però in un vantaggio qualora ci troviamo in ambienti rumorosi e vogliamo comunque ascoltare contenuti multimediali senza l’utilizzo delle cuffie, mentre l’audio in capsula auricolare è cristallino ed il microfono svolge egregiamente il suo lavoro.

Altra nota di design e cura dei dettagli in Redmi 10, le troviamo sul profilo sinistro in cui spicca il bilanciere del volume ed il pulsante di accensione, quest’ultimo inserito in una leggera rientranza, il quale integra il sensore d’impronte digitali. Una soluzione che personalmente preferisco rispetto ai finger ID sotto al display, per via dell’affidabilità nello sblocco e la rapidità con cui eseguono l’azione. Infatti quello di Redmi 10 risulta anche particolarmente agevole nello sblocco sia con mano destra che sinistra.

Infine sul profilo sinistro, in solitaria, è presente il vassoio SIM in grado di ospitare 2 SIM in formato nano ma anche micro SD con supporto fino a 512 GB, il tutto senza rinunciare alla funzionalità del Dual SIM Dual Standby. A tal proposito, ho sempre beneficiato del segnale 4G+ con ottime performance in navigazione e stabilità del segnale.

redmi 10

Redmi 10 non è uno smartphone compatto ma comunque piacevole da maneggiare anche ad una singola mano, grazie ai 181 grammi di peso ben distribuiti oltre che dimensioni di 161,95 x 75,53 x 8,92 mm. Ma quello che particolarmente sorprende è il display, apparentemente con specifiche similari a tanti altri pannelli in circolazione sulla fascia medio-bassa del mercato.

redmi 10

Parliamo infatti di uno schermo da 6,5 pollici di diagonale con tecnologia LCD IPS e risoluzione Full HD+ (2400 x 1080 pixel), con rapporto in 20:9 e densità di 405 PPI, protetto da un vetro Corning Gorilla Glass 3. Ma a fare la differenza sono i 90 Hz di refresh rate che questo display offre, rendendo l’esperienza multimediale decisamente piacevole e scorrevole.

La fedeltà cromatica è un ulteriore plus da non sottovalutare, permettendoci quindi nell’eventualità di editare foto anche con applicativi come Lightroom, basando l’esperienza visiva anche su ottimi contrasti ed una risposta del touch superba. Non delude nemmeno la luminosità del display, permettendo la visione di contenuti a schermo anche sotto luce diretta del sole. Tornando al refresh rate a 90 Hz, un futuro aggiornamento offrirà anche la funzione di AdaptiveSync, ovvero il refresh rate verrà adattato automaticamente in base alla condizione di utilizzo dello smartphone, impattando in maniera positiva anche sui consumi energetici.

Non che Redmi 10 ne abbia bisogno, dal momento che sotto il cofano è stata inserita una capiente batteria da 5000 mAh che supporta la ricarica rapida a 18W, permettendo di performare in termini di autonomia anche due giorni pieni con utilizzo medio-intenso. Ma altra chicca che mi ha fatto innamorare di questo smartphone è la possibilità di ricaricare altri device, come wearable cuffiette TWS, smartphone etc.. tramite la ricarica inversa a 9W.

Redmi 10 risulta piacevole nel design anche per il fatto che le cornici attorno al display risultano piuttosto contenute. Possiamo muoverci nell’interfaccia tramite pulsanti virtuali oppure tramite le comode gestures, mentre a livello di risveglio del dispositivo, abbiamo a disposizione la funzione di doppio Tap oppure quella del sollevamento del dispositivo. Segnalo inoltre che il sensore di prossimità e luminosità sono reali ed il loro funzionamento è accademico mentre a livello di mancanze va fatta menzione al Led di notifica.

REDMI 10
Garanzia ufficiale Xiaomi - Spedizione rapida dalla Spagna
152€ 179€
Redmi 10: Non a caso il numero del capitano è il 10

A livello di connettività Redmi 10 è piuttosto completo, offrendo oltre quanto già citato, anche il Wi-Fi Dual Band a/b/g/n/ac, il Bluetooth 5.1, la radio FM, il GPS/A-GPS/GLONASS/Galileo di cui non emergono criticità alcune. Manca il sensore NFC o perlomeno nella versione da noi in test, ma qualora indirizziate il vostro acquisto per la versione top da 6/128 GB anche i pagamenti in mobilità rientreranno nelle specifiche del dispositivo. Prima di addentrarci nelle specifiche hardware, voglio fare ulteriore plauso alla possibilità di sbloccare lo smartphone tramite unlock face, una tecnologia 2D ma piuttosto efficace, con risultati ottimali anche in condizioni di buio assoluto, avvalendosi di una fotocamera selfie inserita in un foro centrale nella parte alta del display.

A muovere il Redmi 10 ci pensa il nuovo chipset MediaTek Helio G88, una soluzione octa-core con clock fino a 2.0 GHz e processo produttivo a 12 nm a cui si accompagna una GPU ARM Mali-G52 MC2 oltre che a 4 GB di RAM di tipo LPDDR4X e 64 GB di storage interno di tipo eMMC 5.1 espandibile tramite microSD. Eh si, sotto questo punto di vista Redmi poteva fare di meglio, inserendo magari una memoria UFS, ma in tutta onestà non ho trovato per nulla scattoso o rallentato il sistema, anzi sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla fluidità e scorrevolezza del sistema in generale. Ad ogni modo in commercio trovate anche le varianti da 4 GB di RAM e 128 GB di storage oppure 6/128 GB (con NFC).

Prima che storciate il naso per il processore MediaTek, vi invito a pensare a quanto Qualcomm ha fatto di negativo nella fascia bassa. Basti pensare a OnePlus N100 oppure a POCO M3, metre la soluzione Helio G88 ci garantisce buone prestazioni anche nel gaming, utilizzando senza particolari problemi anche titoli come Call of Duty Mobile ed Asphalt 9. Peraltro nella quotidianità, con l’utilizzo di applicativi di messaggistica, navigazione internet, social, streaming etc.. troviamo un fedele compagno, contando su una buona reattività nell’esecuzione delle app ed una stabilità del sistema da manuale. Non ho riscontrato particolari bug nell’interfaccia che si basa sulla MIUI 12.5 con OS Android 11 e patch di luglio 2021, una UI che conosciamo già molto bene, la quale basa il suo successo sull’ottimo aspetto grafico, fluidità ed un grande quantitativo di personalizzazioni. Non mi soffermo pertanto sulla MIUI 12.5 ma faccio notare che in questa versione, la 12.5.4, troviamo già presente la funzione di estensione di memoria, ovvero una volta attiva verranno aggiunti 1 GB di RAM, occupando la memoria interna, regalando migliori performance. Infine, il dispositivo possiede una certificazione Widevine L1 permettendo di riprodurre i contenuti delle principali piattaforma di streaming in alta qualità, ma su Amazon Prime Video questa certificazione non viene riconosciuta. Assente invece il supporto ai contenuti HDR.

Una delle specifiche che ha destato particolare interesse durante la presentazione di Redmi 10 è stata quella relativa al sensore fotografico primario che nello specifico risulta essere un 50 MP con apertura f/1.8 e autofocus PDAF. A questo si associano anche un sensore ultrawide da 8 MP, f/2.2 FOV 120° e 2 ottiche da 2 MP, f/2.4 che svolgono funzione di fotografia macro e raccolta dati profondità di campo mentre per la camera selfie ci si affida ad un sensore da 8 MP, f/2.0.

Ecco, dal punto di vista fotografico Redmi 10 dimostra di essere un entry level. Sia chiaro non sto bocciando foto e video in generale, ma lo stupore iniziale di un nuovo sensore da 50 MP svanisce perché gli scatti ottenuti non differiscono poi di molto rispetto a device della stessa fascia di prezzo che abbiamo già analizzato. Soprattutto in condizioni di luce sfavorevole, il sensore mostra il fianco e nemmeno la modalità notturna aiuta, dove la presenza di rumore digitale è particolarmente evidente.

Buoni invece gli scatti in diurna, con ottima raccolta di dettagli e resa cromatica fedele anche utilizzando l’ottica ultra grandangolare, seppur in questa modalità la saturazione risulti troppo marcata. Presente a livello software l’HDR automatico che svolge egregiamente il proprio lavoro, modalità AI e modalità ritratto, particolarmente convincente nella resa. La modalità macro invece risulta più un passatempo in cui scatenare la propria creatività mentre a livello di video, possiamo registrare al massimo di una risoluzione 1080p 30fps, senza alcun ausilio di stabilizzazione né ottica né digitale, ma risulta piacevole la messa fuoco, rapida e di tipo cinematografico.

REDMI 10
Garanzia ufficiale Xiaomi - Spedizione rapida dalla Spagna
152€ 179€
Redmi 10: Non a caso il numero del capitano è il 10

CONCLUSIONI

Dobbiamo svelare il prezzo di Redmi 10 che viene offerto su Goboo a 159 € nella variante 4/64GB, 179 €  nella variante 4/128 GB e 189 € in quella da 6/128 GB, utilizzando l’esclusivo codice sconto GAFF01. Ma non finisce qui, perché se rientrerete nei primi 200 ordini vi verranno omaggiate anche le cuffie TWS Xiaomi Mi True Wireless Earphones 2 Basic oltre che una pellicola in vetro temperato a protezione del display.

E’ chiaro quindi che al prezzo appena citato Redmi 10 è senza dubbio un fuoriclasse. Fino a pochi anni fa sarebbe stato impensabile acquistare un buon smartphone, affidabile e piacevolmente fruibile, a meno di 200 euro. Insomma dispositivi come Redmi 10 ci fanno sempre riflettere sul perché continuare a buttare soldi in top di gamma quando con una piccola spesa si può ottenere la massima resa. Features speciali, ottima autonomia, affidabilità e cura nel software, immersività in contenuti multimediali e molto altro sono alcune delle caratteristiche cui descrivere questo gioiello economico, ideale per chi cerca una soluzione a basso costo affidabile. Redmi 10 potrebbe essere il vero biglietto da visita per valutare l’ingresso nel mondo MIUI ed ecosistema Xiaomi

E’ già in offerta su Gooboo

Goboo, rivenditore ufficiale Xiaomi e che offre anche garanzia ufficiale, ha già disponibile lo Xiaomi Redmi 10 con un offerta lancio a partire da 154€ con spedizione gratuita e veloce dalla Spagna.

E’ sufficiente recarsi alla pagina dell’offerta di Goboo per visualizzare la promozione in corso. Utilizzando il codice sconto GOBOO25 prima dell’acquisto, potrete ricevere un sconto di 5€ oltre ai 20€ applicati automaticamente.

Inoltre i primi 2000 ordini riceveranno in regalo un vetro temperato, mentre i primi 200 degli auricolari wireless xiaomi. Siate veloci.

9 Punteggio totale
REDMI 10

E' finita l'era degli smartphone entry level e con l'avvento sul mercato di Redmi 10, possiamo dire proprio addio a questo termine se non nel prezzo. A poco meno di 160 euro, il device del brand cinese offre un'esperienza completa, con funzioni uniche nella fascia di prezzo d'appartenenza. Quasi quasi lo definirei un best buy.

CONFEZIONE
8.9
DESIGN E MATERIALI
9.1
DISPLAY
8.5
HARDWARE
8.4
AUDIO
8.6
RICEZIONE
9.5
SOFTWARE
8.9
FOTOCAMERA
7.3
BATTERIA
10
ERGONOMIA
8.8
ESPERIENZA UTENTE
9.7
PREZZO
9.7
PROS
  • AUTONOMIA
  • PREZZO
  • RICARICA INVERSA
  • DISPLAY A 90HZ
  • AFFIDABILITA' DEL SISTEMA
CONS
  • ASSENZA NFC SU VERSIONI BASE
  • AUDIO STEREO POCO PERFORMANTE
  • SENSORE 50 MP SCARSO IN CONDIZIONI DI ILLUMINAZIONE SFAVOREVOLE
Add your review

Emanuele Iafulla

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
XiaomiToday.it - La community italiana per i prodotti Xiaomi
Logo