Amazfit GTS 3 – Completo come un GTR 3, ha senso comprarlo?

Su questo blog abbiamo già visto e recensito i nuovi Amazfit GTR 3 e GTR 3 PRO, ma l’azienda ha presentato ben 3 nuovi wearable di cu manca all’appello solamente il più compatto GTS 3, che mantiene tutte le caratteristiche viste su GTR 3 ma con un peso ed uno spessore nettamente più contenuti.

Design squadrato e dimensioni contenute lo rendono perfetto sia ai polsi maschili che femminili, quindi scopriamo insieme il nuovo Amazfit GTS 3 in questa recensione completa.

AMAZFIT GTS 3
A casa tua in 24 ore! Solo per oggi, un cinturino originale Amazfit in omaggio con il tuo acquisto!
149,90€
Amazfit GTS 3 – Completo come un GTR 3, ha senso comprarlo?

Partiamo con il contenuto della confezione, piuttosto minimale, ma d’altronde non possiamo chiedere di più vista l’entità del prodotto e che nello specifico ci offre:

  • Amazfit GTS 3;
  • Manuale di istruzioni multilingua (compreso italiano);
  • Basetta di ricarica magnetica con attacco  USB  (compatibile con tutta la serie 3 degli smartwatch Amazfit).
amazfit gts 3

Al contrario dei modelli GTR il GTS 3 si impone sul mercato con una forma squadrata della cassa, perdendo uno dei due pulsanti che servivano a richiamare rapidamente il monitoraggio sportivo. Viene mantenuta invece la corona con feedback aptico che permette la navigazione all’interno delle varie pagine dei menù di sistema, oltre a permettere con una pressione, il ritorno alla home oppure ad entrare nel menù dell’orologio.

amazfit gts 3

Le dimensioni ed il peso lo rendono più attraente per tutti gli utenti che sono restii ad indossare orologi o wearable tutto il giorno, infatti Amazfit GTS 3 offre un peso di soli 24.4 grammi e dimensioni pari a 42.4 x 36 x 8.8 mm di spessore, pertanto averlo al polso non creerà alcun fastidio. Complice anche il cinturino in silicone, da 20 mm con sgancio rapido, in modo da poter abbinare alle oltre 100 watchfaces disponibili, altri cinturini reperibili in rete.

La cassa è resistente ai piccoli urti e cadute in quanto realizzata in lega di alluminio, mentre il corpo inferiore è in policarbonato dove troviamo anche il nuovo sensore BIOTRACKER PPG 3.0 composto da 6 fotodiodi e 2 LED, ma anche i 2 pin magnetici per la ricarica.

amazfit gts 3

Amazfit GTS 3 si alleggerisce anche nella batteria, montando un’unità da 250 mAh che a detta dell’azienda dovrebbe durare almeno 12 giorni, ma con un reale utilizzo e non simulato, la reale autonomia si assesta intorno ai 6 giorni.

amazfit gts 3

Il display invece, stando ai numeri, diventa più grande mantenendo la tecnologia AMOLED. Una forma rettangolare con diagonale da 1,75 pollici , risoluzione 390 x 450 pixel, 341 PPI ed un rapporto schermo-corpo del 72,4%. Eccellente anche la luminosità dello schermo, arrivando ai 1000 nits, con ottima leggibilità sotto luce diretta del sole anche con la funzione AOD, la quale può anche richiamare la watchface installata. Presente naturalmente un sensore di regolazione della luminosità che funziona egregiamente ed a completare l’ottima esperienza col display ci pensa un trattamento oleofobico anti-impronta ed un touch che risponde perfettamente ai comandi. Cosa che invece mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca e la responsività della corona, che quando pigiata per tornare alla home, spesso si è rivelata lenta nel recepire il comando, nulla che un update possa risolvere.

amazfit gts 3

Come i suoi fratelli maggiori, anche Amazfit GTS 3 possiede una completa sensoristica, migliorata rispetto le passate generazioni. Possiamo monitorare la frequenza cardiaca H24 ma anche stress e saturazione dell’ossigeno nel sangue, oltre che ad effettuare un’unica misurazione dei 3 valori con un semplice clic.

Non manca poi un altimetro barometrico ed un sistema di navigazione GPS dal fix del segnale rapido e soprattutto preciso. In realtà la precisione del tracciato registrato non è una costante fissa, soprattutto in ambienti urbani con una serie di costruzioni edili ravvicinate. Le attività sportive monitorabili su Amafit GTS 3 sono circa 150, spaziando dai classici sport a quelli più “strani” come gli eSport ma anche giochi da tavolo e perfino la guida, monitorando ad esempio lo stress a cui siamo sottoposti durante il traffico cittadino.

Tutti i valori registrati vengono poi convertiti nel valore PAI (Personal Activity Intelligence), un indice che permette di tenere sotto controllo i nostri livelli di attività settimanali, con tanto di valutazioni e consigli per miglioramenti futuri. E sempre in ambito sportivo non manca la funzione VIRTUAL PACER, che permette di confrontare l’allenamento che stiamo svolgendo con uno precedente, funzione attiva solo per sport all’aperto o per il tapis roulant. In pratica Amazfit GTS 2 darà indicazioni durante gli intermezzi così da farci regolare l’intensità dell’allenamento e raggiungere più facilmente gli obiettivi prefissati.

amazfit gts 3

Non mancano poi i 2.3 GB di memoria a disposizione, che avranno il solo compito di permettere l’installazione di piccole applicazioni gratuite disponibili sullo store Zepp, quali calcolatrice, calcolo calorie, BMI etc.. Manca invece l’NFC e la possibilità di caricare musica sull’orologio, potendo quindi comandare solo quella proveniente dallo smartphone. Presente invece il microfono con cui poter impartire ordini all’assistente Alexa, la cui funzionalità confermo non essere la killer feature di questi dispositivi.

amazfit gts 3

Tornando alla sensoristica adottata da Amazfit GTS 3, con cui monitorare SpO2, stress, frequenza cardiaca e sonno in tutte le sue fasi compreso i sonnellini quotidiani, la precisione si è rivelata al pari di prodotti più professionali e costosi, rendendo di fatto questo werable una scelta su cui puntare, se vogliamo affidabilità nei dati raccolti.

Il conteggio dei passi e i monitor delle attività sono risultati, rispetto il passato, più precisi e ricchi di dati e sotto questo ambito non si discosta dai fratelli GTR 3 e GTR 3 PRO, infatti è presente anche la funzione del riconoscimento automatico di 8 sport.

Anche per Amazfit GTS 3 la base software è il nuovo ZeppOS, il quale si è rivelato affidabile e piuttosto fluido, che col tempo potrebbe migliorare notevolmente considerando che questa è solo la versione 1.0, ma comunque già piuttosto completo. Accedendo tramite connessione Bluetooth 5.1 al nostro smartphone per mezzo dell’app ZEPP, si può attingere a tanti nuovi quadranti, anche animati e personalizzabili, ma soprattutto si possono scaricare alcune app dallo store dedicato, seppur al momento sono pochissime quelle presenti.

amazfit gts 3

Rimane invece deludente la sezione “smart” dell’orologio, in ambito notifiche infatti queste possono solo essere lette, visualizzando solo alcuni emoji e per nulla foto o altro. Buono però che queste notifiche siano sempre sincronizzate con lo smartphone, pertanto lette dall’orologio, queste verranno cancellate dal display del telefono e viceversa.

amazfit gts 3

Sull’applicazione companion ZEPP mi soffermerò poco in quanto già analizzata con la recensione di GTR 3 e GTR 3 PRO e nel complesso posso dire che è un’app completa e ben realizzata, svolgendo funzione di contenitore di tutto lo storico dei dati di salute e sport, oltre che a permettere eventuali aggiornamenti del wearable e personalizzazioni, comunque la buona parte già configurabili anche dall’orologio stesso, come la sveglia etc.. Infine non ho citato i menù dell’orologio, che sono i medesimi visti su GTR 3.

AMAZFIT GTS 3
A casa tua in 24 ore! Solo per oggi, un cinturino originale Amazfit in omaggio con il tuo acquisto!
149,90€
Amazfit GTS 3 – Completo come un GTR 3, ha senso comprarlo?

CONCLUSIONI

Infatti le mie considerazioni su Amazfit GTS 3 sono le medesime fatte su GTR 3. Quindi la scelta per GTS 3 ricade esclusivamente sul form factor squadrato e sulla leggerezza del dispositivo, qualora non apprezziate il design circolare degli altri due modelli.

Amazfit GTS 3 è uno smartwatch affidabile e preciso, in grado di monitorare tante attività e rilevare dati importanti per la nostra salute, ma come GTR 3 ha delle mancanze che invece troviamo sul GTR 3 PRO, come la gestione delle chiamate e della musica, ma per tutti e 3 i modelli è invece assente l’NFC e nel comparto notifiche, peccano di superficialità. Il prezzo di 149,90 euro è più onesto ed in linea con la qualità offerta.

8.2 Punteggio totale
AMAZFIT GTS 3

Amazfit GTS 3 è uno smartwatch leggero e piacevole da indossare. Il form factor squadrato potrebbe farlo preferire al classico rotondo di GTR 3. Questo infatti l'unico elemento su cui puntare, perchè nel software e quindi nelle funzioni GTS 3 è identico a GTR 3, anzi peccato siano presenti alcuni lag di troppo.

CONFEZIONE
8.2
DESIGN E MATERIALI
7.9
HARDWARE
8.2
DISPLAY
9
SOFTWARE
7.3
BATTERIA
7.5
INDOSSABILITA'
9
ESPERIENZA UTENTE
7.7
AFFIDABILITA' DATI RACCOLTI
9.3
PREZZO
7.8
PROS
  • CINTURINO SOSTITUIBILE
  • DISPLAY SEMPRE VISIBILE
  • PRECISIONE DATI MONITORATI
  • CERTIFICAZIONE 5 ATM
  • LEGGERO E COMPATTO AL POLSO
CONS
  • ASSENZA NFC
  • ASSENZA SPEAKER
  • NOTIFICHE POCO "SMART"
  • RALLENTAMENTI IMPROVVISI
  • MANCANZA DI COLLEGAMENTO CON CUFFIE BLUETOOTH
Add your review  |  Read reviews and comments

Emanuele Iafulla

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
6 mesi fa

Comprare un modello che costa di più e fa meno cose del precedente GTs 2? Si commenta da solo.
Non capisco più la logica di marketing di Xiaomi degli ultimi due anni.

XiaomiToday.it - La community italiana per i prodotti Xiaomi
Logo