fbpx

Zero guadagni per Redmi K30 che ha un prezzo di poco superiore ai costi di produzione

La promessa di Lei Jun, tempo fa, è stata quella di non gonfiare i prezzi di vendita a discapite di un margine di guadagno massimo del 5%, il tutto a beneficio dell’utente finale che potrà quindi godere di un prezzo finale di vendita decisamente appetibile per le proprie tasche, pur senza rinunciare a qualità e prestigio del prodotto acquistato. L’ultima fatica dell’azienda è stata la presentazione del top di gamma Redmi K30 5G, che ha contribuito a far salire il valore in borsa dell’azienda ma che sicuramente non ha portato particolari guadagni ai possessori delle azioni della società cinese.

redmi k30

Redmi K30 5G è lo smartphone 5G più economico in circolazione e la promessa di mantenere i margini di guadagno è stata senz’altro mantenuta. Infatti secondo le indiscrezioni degli analisti del settore, il costo di produzione di questo terminale, per il modello base dotato di 6 GB di RAM e 64 GB di storage interno, sono pari a 1746 yuan, pari a circa 224 euro al cambio attuale. E la cifra non è lontana dal prezzo di vendita al pubblico che ammonta a 1999 yuan, pari a circa 257 euro al cambi attuale. Capite benissimo che un guadagno di 33 euro è decisamente ridicolo per uno smartphone del genere, anche in considerazione del fatto che nel prezzo di produzione non sono incluse le spese necessarie a ricerca e sviluppo, assemblaggio e servizio post-vendita. Potremmo quasi affermare che Redmi K30 5G è regalato.

Zero guadagni per Redmi K30 che ha un prezzo di poco superiore ai costi di produzione

Il sovrapprezzo finale quindi è di poco inferiore ad un misero 15% circa, che probabilmente tenderà ad assottigliarsi con i costi appena citati e con le svalutazioni del mercato soprattutto in periodo post natalizio. La cosa che sorprende è che altri marchi blasonati non attuano la stessa politica di guadagno, basti pensare ad Apple che per il suo iPhone 11 Pro Max stanzia per la produzione 490 dollari a fronte di una vendita di 1099 dollari, così come Samsung per il suo Galaxy S10+ venduto a 1029 dollari a fronte di un costo di 420 dollari. Un plauso a Xiaomi e tanto rispetto per quest’azienda che mette il cliente prima dei propri guadagni.

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

0 0 vote
Article Rating

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mirko Panichi
6 mesi fa

I prezzi dichiarati di costruzione di apple e Samsung (che costruiscono in fabbriche cinesi) sono molto sospetti e quasi sicuramente parecchio gonfiati, proprio per non far capire quanto sia il sovrapprezzo (lucro); pochissimi anni fa i top costavano alla produzione sui 200 euro e ora siamo a 400-500? Difficile crederlo…

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0