Xiaomi Mi A2 da oggi supporta Project Fi…o meglio Google Fi

Nel lontanissimo 2015 Google ha lanciato un progetto sotto il nome di Project Fi che avrebbe rivoluzionato la telefonia mobile: la proposta era quella di permettere all’utente di telefonare e restare SEMPRE connesso a prescindere dalla rete, dal contratto con il gestore o dal dispositivo utilizzato. Questo progetto è partito con l’esclusiva statunitense e poi è stato allargato a 170 paesi, rendendo compatibili più e più dispositivi dei più disparati marchi. Xiaomi Mi A2 da oggi supporterà questo rivoluzionario progetto che è stato però ribattezzato Google Fi!

mi a2

Xiaomi Mi A2 da oggi supporta Project Fi…o meglio Google Fi

Cominciamo spiegando cosa è Google Fi (ex Project Fi) e come funziona: ciò che gli sviluppatori avevano in mente anni fa era la possibilità di mantenere la connessione sui dispositivi “always on”, ovvero permettere a tutti i device provvisti di una connessione LTE e WiFi di rimanere sempre agganciati alla rete: immaginate di poter essere connessi anche dove ora il vostro operatore non raggiunge la copertura che voi desiderate. Ora vi chiederete “Ma come è possibile se il mio gestore non ha copertura?” e la risposta è semplicissima: Google, diventando operatore telefonico virtuale, avrebbe “scavalcato” tutti gli altri operatori (contratti compresi) e avrebbe dato il via ad un nuovo modo di intendere la connessione mobile. Il meccanismo alla base del funzionamento di Google Fi è quello di switchare al bisogno da una rete ad un’altra, preferendo quella con il segnale migliore tra le alternative possibili. La cosa più interessante però, a mio avviso, è quella di utilizzare non solo la rete LTE ma anche quella WiFi, in modo da avere il 100% di copertura sempre e ovunque.

Big G ha annunciato ieri tramite un post sul blog l’espansione del servizio MNVO (Mobile Virtual Network Operator), rivelando tutti i telefoni che sarebbero entrati in Google Fi: da oggi lo Xiaomi Mi A2 sarà compatibile con questo servizio e potete vederlo andando su questo link e clikkando su “Others”. Purtroppo l’esclusiva del servizio è ancora statunitense ma siamo certi che arriverà (magari con qualche difficoltà, analogamente alle difficoltà di Xiaomi di entrare in America che vi abbiamo descritto qui e qui) anche in Italia. Una limitazione a questo progetto però c’è: per ora il servizio è disponibile solo per i dispositivi che l’operatore vende direttamente, tra l’altro con un credito bonus molto sostanzioso con cui ripagarsi la promozione. Attualmente lo Xiaomi Mi A2 non è in lista tra i venduti dal gigante della tecnologia bensì solo nella lista della compatibilità con il servizio, ma confidiamo che una volta ottenuti i permessi per entrare nel mercato statunitense, Xiaomi sarà tra i primi a poter usufruire del servizio.

mm

Giovane studente di lingua cinese con il sogno di trovarsi immerso nel mondo della tecnologia. La passione per la lingua e per il Paese di Mezzo mi hanno portato in xiaomitoday.it. Mail: [email protected]

Commenta

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Compare