T'interessano le OFFERTE? Risparmia con i nostri coupon su WHATSAPP o TELEGRAM!

Xiaomi risolve i problemi al sensore di prossimità con l’ultimo flagship

Uno degli incubi che gli utenti affrontano quando approcciano per la prima volta acquistando uno smartphone Xiaomi è quello del sensore di prossimità. I dispositivi dell’azienda, fino ad oggi, hanno integrato un sensore di prossimità virtuale che, come abbiamo visto, causa non poche lamentele. In futuro come si muoverà l’azienda? Purtroppo continuerà ad usare lo stesso sensore. Ma c’è una notizia positiva: ha lanciato uno smartphone Xiaomi con sensore di prossimità ottico.

Xiaomi ha finalmente risolto il problema al sensore di prossimità con il nuovo Xiaomi 12T Pro. Il device infatti ha un sensore ottico e non digitale

Avete capito bene: dopo anni, Xiaomi ha lanciato uno smartphone Global con sensore di prossimità Global. Si tratta di Xiaomi 12T Pro (che al momento stiamo testando con molta minuzia) l’ultimo top di gamma uscito qualche giorno fa. Si tratta di un top di gamma a tutti gli effetti, tra l’altro portatore della prima fotocamera da 200 megapixel sul mercato Global. Ma, come abbiamo anticipato, questa non è l’unica novità. Infatti, lo smartphone ha anche un sensore di prossimità ottico e non digitale. Ma quale differenza c’è tra i due?

Un sensore di prossimità ottico come quello su Xiaomi 12T pro funziona grazie all’utilizzo agli infrarossi e non è soggetto a falle di alcun tipo. Qualora lo fosse, i problemi sarebbero davvero sporadici. Il sensore di prossimità digitale invece, come sappiamo, ha molti problemi. Questo si prefiggeva inizialmente di eguagliare il sensore ottico in termini di prestazioni eliminando la necessità di hardware aggiuntivo superfluo. Con il senno del poi, questo hardware aggiuntivo è tutto fuorché superfluo e anzi, gli utenti preferirebbero pagare un po’ di più per averlo.

xiaomi con sensore prossimità ottico

Leggi anche: Xiaomi porta in Italia la serie 12T, Redmi Pad e Mi Band 7 Pro con GPS!

Per vedere se il sensore di prossimità funziona basta andare su Impostazioni > Info sistema > Tutte le specifiche > tocchiamo diverse volte su Versione kernel fino a che non arriveremo al menu CIT > Proximity sensor. A questo punto copriamo la capsula auricolare e vediamo se il numero dà 0 e 5 come cifra. 5 significa che il sensore non è coperto, 0 significa che il sensore è coperto. In linea di massima, se questi sono i presupposti, non dovremmo avere problemi.

Come risolvere i problemi al sensore di prossimità di Xiaomi

Esistono diversi metodi, ne elenchiamo solo due. Il primo metodo prevede di scaricare un’applicazione che va a correggere gli errori del sensore di prossimità. Si chiama Proximity Sensor Reset. Questa app va a ri-settare dei valori che inizialmente causano problemi. La procedura è semplice e del tutto automatica (e in italiano).

Il secondo metodo è quello di installare la ROM Xiaomi.eu. Non abbiamo trovato problemi relativi al sensore installandola, ma non abbiamo prove che questo valga per tutti i modelli. In generale, a prescindere da questo problema, consigliamo sempre di utilizzare tale ROM in quanto è molto più completa e gli aggiornamenti arrivano prima.

Specifiche principali di Xiaomi 12T Pro

Xiaomi 12T Pro ha uno schermo da 6.67″ di tipo AMOLED, una risoluzione di 2712 x 1220 pixel e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz. All’interno, c’è un processore Snapdragon 8+ Gen 1 di fascia alta, fino a 12 GB di RAM LPDDR5, una memoria interna fino a 256 GB e una batteria da 5000 mAh. Secondo Xiaomi, questo è il flagship che dura di più in assoluto in termini di autonomia, in grado di fornire 13.5 ore di schermo attivo durante il normale utilizzo e 7.8 ore nei giochi. È presente il supporto per la ricarica rapida con una potenza di 120W, che consente di riempire la cella in 19 minuti. Lo smartphone ha un modulo NFC e una coppia di altoparlanti con impostazione Harman//Kardon e supporto Dolby Atmos.

Come detto, è il primo smartphone Global ad avere una fotocamera da 200 megapixel. L’obiettivo utilizza e un sistema di stabilizzazione ottica e può anche registrare video 8K ed è in grado di scattare 30 foto al secondo. Xiaomi sostiene che l’alta risoluzione permette di scattare con uno zoom digitale la cui qualità non è inferiore alla quella ottica. La società rivendica anche una modalità notturna avanzata. Equipaggia infine una fotocamera ultra grandangolare da 8 megapixel e un modulo macro da 2 megapixel oltre a un sensore da 20 megapixel per i selfie.

Gianluca Cobucci
Gianluca Cobucci

Appassionato di codice, lingue e linguaggi, interfacce uomo-macchina. Tutto ciò che è evoluzione tecnologia è di mio interesse. Cerco di divulgare la mia passione con la massima chiarezza, affidandomi a fonti certe e non "al primo che passa".

Sottoscrivi
Notificami
guest

5 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Donatello
Donatello
1 anno fa

ma solo sul 12T pro o anche sul 12T?

ricca
ricca
1 anno fa

quindi per i top di gamma usano quello ottico e per tutti gli altri il digitale??assurdo direi..dopo due anni di lotte

XiaomiToday.it
Logo