Xiaomi 11T potrebbe avere il solito problema col sensore di prossimità

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Fatti furbo e iscriviti al nostro canale Telegram! Tantissimi codici sconto, offerte, errori di prezzo sulla tecnologia da Amazon ed i migliori store online.

Xiaomi 11T e 11T Pro dovrebbero essere gli smartphone dell’azienda più potenti del 2021, in attesa che arrivi Xiaomi 12. Se questo da una parte è vero, visti i processori rispettivamente MediaTek Dimensity 1200 e Snapdragon 888, dall’altra parte non si può dire lo stesso sul sensore di prossimità. Abbiamo visto come, forse, in futuro Xiaomi potrebbe staccarsi da Elliptic Labs e abbiamo sperato che il “divorzio” fosse imminente. Purtroppo però, secondo quanto apprendiamo, non è così. I motivi potrebbero essere molti e non li sapremo finché l’azienda non si pronuncerà ufficialmente.

Xiaomi continua ad appoggiarsi ad Elliptic Labs per il sensore di prossimità. Lo troviamo anche su Xiaomi 11T e 11T Pro. Ma perché?

Xiaomi 11T continua a montare il sensore di prossimità digitale di Elliptic Labs. Questo significa una cosa sola: i problemi continueranno ad esserci, anche per questa nuova serie di smartphone. A quanto pare Ellictic Labs ha presentato il suo AI Virtual Proximity Sensor INNER BEAUTY sul nuovo dispositivo, in versione standard (sembra solo questo, ma non ci contiamo). Ricordiamo che il sensore di prossimità sugli smartphone Xiaomi continuano da anni a dare problemi. Il motivo è uno: i dispositivi non sono dotati di un sensore fisico, bensì digitale.

xiaomi 11t ha il sensore di prossimità di elliptic labs

Qual è la differenza? Un sensore ottico funziona grazie agli infrarossi e, in soldoni, non è soggetto a falle di alcun tipo. Qualora lo fosse, i problemi sarebbero sporadici. Il sensore di prossimità digitale invece, come sappiamo, ha molti problemi. Questo si prefiggeva di eguagliare il sensore ottico in termini di prestazioni eliminando la necessità di hardware aggiuntivo superfluo. Con il senno del poi, questo hardware aggiuntivo è tutto fuorché superfluo.

Ora, il sensore AI Virtual Proximity Sensor INNER BEAUTY è differente da quello precedente e probabilmente (ma solo probabilmente) i problemi di cui soffrivano gli smartphone potrebbero non presentarsi. Tuttavia, ciò non è certo. L’azienda è sempre la stessa e il sensore continua ad essere digitale e non fisico. Ora il verdetto lo potranno dare solamente gli utenti, una volta acquistato Xiaomi 11T. Ricordiamo a tal proposito che lo smartphone arriverà ad inizi ottobre sui canali ufficiali.

Via | 01net

Gianluca Cobucci

Appassionato della tecnologia in particolare di smartphones e PC. Faccio il mio lavoro con passione e rispetto il lavoro degli altri.

Sottoscrivi
Notificami
guest
3 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Anonimo
Anonimo
1 mese fa

Someone is working realy hard to make elliptic labs look Bad🤣 i have no problems with my sensors

Juuso
Juuso
1 mese fa

Works great with the digital sensor, no problems for me!

Anonimo
Anonimo
1 mese fa

fortunatamente mio Mi9T ha sensore infrarossi e non mi ha MAI creato nessun problema,
facendo il test CIT si capisce subito che sensore si ha? se, da piatto, passando la mano in alto, il sensore risponde, si ha infrarossi, come appunto, su Mi9T
mentre se da piatto, passando la mano sopra non c’è nessun segno “di vita” come su Mi10Tlite di mia moglie, c’è quello ultrasuoni
speriamo che, al più presto, Xiaomi si stacchi da Elliptic Labs e ritorni ad utilizzare quelli ad infrarossi

XiaomiToday.it - La community italiana per i prodotti Xiaomi
Logo