fbpx

Wang Chuan da oggi è il nuovo capo di Xiaomi Cina

Vi siete spaventati? Pensavate che Lei Jun avesse ceduto il posto? E invece no, anche se ci sono stati dei cambiameni ai piani alti della società. Proprio ieri infatti, Xiaomi ha annunciato una ristrutturazione dell’organizzazione dirigenziale per quanto riguarda esclusivamente il settore cinese e ha nominato Wang Chuan nuovo capo di Xiaomi Cina. Le motivazioni sotto sono diverse ma quello che più ci interessa è ciò a cui potrebbe puntare questo cambiamento, ovvero l’obiettivo della manovra.

XIAOMI Mi 9T 128GB NERO - BLU Global 6/128gb
XIAOMI Mi 9T 128GB NERO - BLU Global 6/128gb

🇮🇹GRATIS Spedizione da Italia 24/48h

344.9€
image
Usa il coupon: MENO5_XT

Wang Chuan nuovo capo di Xiaomi Cina

La riorganizzazione della dirigenza di Xiaomi è stata modificata in questo modo:

  • Wang Chuan, co-fondatore di Xiaomi insieme a Lei Jun, dal 2012 è anche vice presidente senior della società e da oggi è anche presidente di Xiaomi Cina; per capirci è il secondo dopo Lei Jun ed infatti è a lui che deve riferire qualsiasi decisione;
  • Zhang Jianhui, oltre ad essere il responsabile delle vendite offline (quindi gli store fisici) da oggi è vice presidente di Xiaomi Cina, ovvero è il primo sotto Wang Chuan;
  • Li Mingjin, vice presidente anche lui, ha le stesse mansioni di Zhang Jianhui ma per il settore delle vendite online;
  • Wang Lingming, ex vice presidente e general manager del dipartimento vendite e assistenza è da oggi vice presidente del dipartimento internazionale, subito sotto Wang Xiang (ovvero il vice presidente senior degli affari internazionali di Xiaomi).

Bene, ora che avete letto tutti questi nomi vi chiederete: e che ci frega? Effettivamente nulla, poiché i cambi interni non ci interessano affatto. La cosa interessante però è il motivo per il quale Xiaomi ha deciso questo movimento di persone, il secondo dalla sua fondazione: alla base di tutto c’è il fatto che Xiaomi vuole rafforzare gli investimenti nel mercato cinese e la sua strategia è quella di ottimizzare la struttura di base dei prodotti del brand e stabilizzare e rafforzare le prestazioni dei dispositivi di punta in Cina. Di seguito vi postiamo la lettera inviata da Lei Jun a tutti i dipendenti, lettera che notifica i cambiamenti dal giorno stesso dell’invio:

wang chuan nuovo capo di xiaomi cinaQuesta lettera non è nient’altro che l’originale di quello che vi abbiamo detto all’inizio e dalle parole del CEO e fondatore Lei Jun, capiamo che la volontà di questo cambiamento deriva dal fatto che Xiaomi deve sviluppare di più in Cina e che  questa formazione sarebbe quella ideale per farlo. Di fatto questa è la seconda volta dalla sua fondazione che Xiaomi modifica le posizioni delle “pedine” e noi vogliamo lasciarvi un germe per ragionare su questo dilemma: se Xiaomi, dopo l’entrata in Europa, avesse perso campo in terra madre? Vero è che il mercato Europeo porterà molti quattrini e molta fama al brand, ma è anche vero che Lei Jun è una persona davvero molto attaccato alla sua terra, tanto da aver spostato la sede di Pechino a Wuhan: la città dove Lei Jun si è laureato in “computer science” nel lontano 1991, la città dove il 1 ttobre di quest’anno Xiaomi ha aperto lo store più grande al mondo ma soprattutto è la città dove è iniziato il cammino del nostro CEO con la sua primissima azienda.

Quello che vi chiediamo è: credete che la concentrazione di Xiaomi all’estero abbia distolto l’attenzione del magnate cinese dal mercato che ha sotto il naso? Se no, cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte

Commenta

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami

Giovane studente di lingua cinese con il sogno di trovarsi immerso nel mondo della tecnologia. La passione per la lingua e per il Paese di Mezzo mi hanno portato in xiaomitoday.it. Mail: [email protected]

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0

Like us!