fbpx

[TEST] Perché una batteria da soli 3300 mAh sullo Xiaomi Mi 9?

La maggior parte dei fan Xiaomi ha criticato la scelta aziendale di inserire una batteria da 3300 mAh sui tre modelli di Mi 9. Da subito la scelta di ridurre la capacità della batteria rispetto a Mi 8 è sembrata un gesto insensato. Oggi vi proponiamo alcuni test realizzati da GSMarena che potrebbero farvi cambiare idea… State a vedere!

XIAOMI Mi 9T 128GB NERO - BLU Global 6/128gb
XIAOMI Mi 9T 128GB NERO - BLU Global 6/128gb
🇮🇹GRATIS Spedizione da Italia 24/48h
324.9€
image
Usa il coupon: MENO5_XT
Premessa
Prima di addentrarci nel test effettuato, è bene fare alcune precisazioni. Molti di voi muoveranno sicuramente delle critiche sul fatto che per il test siano stati confrontati device di generazioni diverse e che a breve verranno presentati i modelli di nuova generazione. In realtà il test serve a far capire quanto effettivamente sia sensata o meno la scelta di Xiaomi di puntare su una batteria leggermente sottodimensionata rispetto a quella impiegata su Mi 8.

 

Xiaomi Mi 9, Huawei Mate 20 Pro e Xiaomi Mi 8: tre smartphone, tre batterie a confronto

I tre smartphone scelti per il confronto, come avrete letto dal titolo, sono lo Xiaomi Mi 8, il neonato Mi 9 e l’apprezzatissimo Huawei Mate 2o Pro. Per completezza vi riportiamo le schede tecniche dei tre device:

Xiaomi Mi 8
  • SoC Snapdragon 845
  • Display SuperAMOLED da 6.21″
  • 6/8 GB di memoria RAM
  • Batteria da 3400 mAh

Xiaomi Mi 9
  • SoC Snapdragon 855
  • Display AMOLED da 6.39″
  • 6/8 GB di memoria RAM
  • Batteria da 3300 mAh

Huawei Mate 20 Pro
  • SoC Kyrin 980
  • Display AMOLED da 6.39″
  • 6/8 GB di memoria RAM
  • Batteria da 4200 mAh

Come potete verificare voi stessi, le batterie dei tre smartphone praticamente si equivalgono e le prestazioni in termini di autonomia dipendono da altri parametri come processore, display e ottimizzazione software per citarne alcuni. Per dovere di cronaca sappiate che il test non è stato eseguito da una persona fisica che ha passato tutto il tempo a smanettare sui telefoni (poverino altrimenti!) ma è il risultato di un programma di automazione che simula l’utilizzo nel quotidiano.

Il test esegue quindi una sessione di un’ora di telefonate in 3G, di un’ora di navigazione web in Wi-Fi 2.4GHz e una di riproduzione video con il 50% di luminosità: viene quindi calcolato quante ore in totale si riescono a fare di telefonate, di navigazione e di riproduzione video e, poi, viene calcolato un indicatore di durata (“endurance rating”).

Spiegato il test… guardiamo subito i risultati. Che dite?

test durata batteria xiaomi mi 9 confronto mi 8 huawei mate 20 pro
test durata batteria xiaomi mi 9 confronto mi 8 huawei mate 20 pro
test durata batteria xiaomi mi 9 confronto mi 8 huawei mate 20 pro

Dai risultati emergono due considerazioni importanti: innanzitutto l’indicatore di durata non sta a significare che, siccome con un telefono si riescono ad effettuare sessioni più lunghe, questo ha una batteria più duratura. Ne è la dimostrazione il confronto tra Mi 8 e Mate 20 Pro. Il device di Huawei, infatti, sebbene permetta di eseguire sessioni di telefonate, riproduzione video e di navigazione web più durature, raggiunge un valore di 85h (91 con risparmio energetico) rispetto alle 86h di Mi 8.
Ciò sta a significare che se Huawei Mate 20 Pro avesse la stessa batteria di Mi 8 (3400 mAh), i due dispositivi avrebbero un’autonomia pressoché identica.

La seconda considerazione riguarda invece il test su Xiaomi Mi 9 che, stando alle immagini mostrate, smentirebbe le critiche con un indicatore di durata pari a 91h. Prendendo questi risultati con le pinze, c’è da evidenziare che il display di Mi 9 non è un SuperAMOLED come quello di Mi 8 e quindi è plausibile che l’ultimo nato di casa Xiaomi possa effettivamente consumare meno sotto questo aspetto.
Altra nota importante riguarda i processori. Xiaomi Mi 9 è il primo device che monta uno Snapdragon 855 quindi non c’è da meravigliarsi che la scelta di Qualcomm di puntare sui 7 nm per la costruzione del suo chipset possa effettivamente aver fatto la differenza.

Infatti, come riportato da chi ha già avuto modo di provare il Mi 9 prima del lancio, la batteria da 3300 mAh affiancata dall’ottimo Snapdragon 855 – definito altamente efficiente – è in grado di portare a sera (dalle 8.00 alle 22.00) l’utente medio con il 40% di autonomia residua. Discorso analogo in caso di giornate stressanti per il telefono che resiste fino a sera con un buon 15% residuo.

E come si comporta Xiaomi Mi 9 in fase di ricarica?

L’ultimo test effettuato ha riguardato la capacità e la velocità di ricarica dello Xiaomi Mi 9. E’ stato verificato che con un caricabatterie QC3.0 da 18W il dispositivo si è ricaricato fino al 45% in mezz’ora, mentre con un caricabatterie QC4.0 da 27W ha raggiunto il 70% nello stesso periodo di tempo. Discorso diverso per il caricabatterie wireless presentato ieri da 20W che non ha fatto segnare risultati esorbitanti: in 30 minuti il Mi 9 si è ricaricato fino al 30%.

  • Caricabatterie QC3.0 (18W) – 45% in 30 minuti
  • Caricabatterie QC4.0 (27W) – 70% in 30 minuti
  • Ricarica wireless 2.0 (20W) – 30% in 30 minuti

 

Non appena saremo in grado di provare con mano il nuovo Xiaomi Mi 9, non perderemo tempo e vi racconteremo le nostre impressioni. Quindi non dimenticate di seguire XiaomiToday.it sulla pagina Facebook e sul canale Telegram!

 

 

 

 

Studente di ingegneria gestionale, blogger appassionato del mondo Xiaomi e, più in generale di tecnologia. Nel tempo libero, oltre a scrivere guide per i dispositivi Xiaomi, ho tre passioni: il calcio, la musica e il ciclismo :) Scrivimi: https://www.facebook.com/yugin89

Commenta

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0

Like us!