Redmi Note 9 Pro è il primo Xiaomi non-Android One ad essere Android Enterprise Recommended

26 agosto 2020
Aggiungi un commento
26 agosto 2020
Aggiungi un commento

Abbiamo da poco parlato della serie Note 9, in particolare riferendoci a quel brutto problema che permette alla polvere di entrare all’interno del comparto fotografico posteriore. A seguito delle numerose segnalazioni il brand si è espresso in merito e anche Xiaomi Italia ha fatto lo stesso: se gli utenti dovessero avere questo problema dovranno contattare i centri di assistenza autorizzata o al limite chiedere un rimborso/sostituzione. Ma questi smartphonse hanno anche qualcosa di buono: Redmi Note 9 Pro è infatti il primo Xiaomi non-Android One ad essere certificato Android Enterprise Recommended. Ma cosa vuol dire questa sigla? Vediamolo insieme.

Dopo la serie A (sfortunatissima tra l’altro) anche Redmi Note 9 Pro riceve la certificazione Android Enterprise Recommended: vediamo cosa significa

Era il 2018 quando Google ha inventato questa certificazione. Non si tratta di avere o meno dei requisiti software particolari, bensì andare incontro a certi criteri stabiliti da Google per i quali un dispositivo poteva essere utile ad un’azienda

. Nello specifico era la dotazione hardware quella che interessava a Google per dare la certificazione AER. A suo tempo, due anni fa, questi erano alcuni paletti e benefici che Big G aveva dato:
  • specifiche hardware minime per dispositivi con Android 7.0 e versioni successive;
  • supporto per il deployment in blocco di dispositivi Android con registrazione zero-touch: significa, per i dipendenti di un’azienda ad esempio, poter iniziare immediatamente a lavorare;
  • consegna degli aggiornamenti di sicurezza Android entro 90 giorni dal rilascio da parte di Google, per un minimo di tre anni;
  • disponibilità di dispositivi sbloccati, direttamente dal produttore o dal rivenditore.

redmi note 9 pro android enterprise recommended

Insomma, tutta una serie di perks per migliorare il lavoro all’interno di un’azienda, lavoro che può essere svolto anche tramite smartphone. Da oggi anche Note 9 Pro fa parte di questi devices ma la cosa interessante è che è il primo Xiaomi non nativo Android One ad essere supportato. Infatti, fino ad oggi solo

Appassionato della tecnologia in particolare di smartphones e PC. Faccio il mio lavoro con passione e rispetto il lavoro degli altri.
Aggiungi un commento
Articolo successivo