fbpx

Recensione Xiaomi Redmi 4A: qualità TOP a prezzo LOW

In passato abbiamo recensito per voi lo Xiaomi Redmi 4 Pro di cui ci siamo letteralmente innamorati, ma l’azienda cinese sa offrire prodotti per tutte le tipologie di utenti accontentando le fasce di mercato più varie. E così oggi proveremo per voi il fratello minore, il Redmi 4A, dalle caratteristiche nettamente diverse rispetto il Redmi 4 Pro ma che nonostante ciò non delude garantendo un’esperienza d’uso quotidiano appagante. Prima di cominciare però voglio ringraziare Honorbuy.it per averci fornito il sample e ricordo a tutti che lo store spedisce direttamente dall’Italia con garanzia 24 mesi ed assistenza tutta italiana. Potrete pertanto utilizzare il nostro codice sconto XTSPRING cliccando sul box offerta qui in basso se siete interessati all’acquisto dello Xiaomi Redmi 4A.

Xiaomi Redmi 4A 2/16gb Versione Internazionale

2 anni di garanzia con riparazione in Italia. Consegna in 48 ore dall'Italia

€123 €128

Recensione Xiaomi Redmi 4A: qualità TOP a prezzo LOW
XTWINT

CONFEZIONE

Il box di vendita seppur semplice, con i caratteri 4A in rilievo, sembra ben curata ed elegante. All’interno della stessa troveremo la dotazione classica di Xiaomi comprendente oltre al device anche il cavo micro USB, un manualetto di istruzioni rapide, la spilla per l’estrazione del carrello delle SIM ed il caricabatteria con uscita 5V/1A con presa europea, quindi pronto all’uso senza bisogno di adattatori o altro.

DESIGN E MATERIALI

Lo Xiaomi Redmi 4A si differenzia dal suo fratello maggiore oltre che per le caratteristiche tecniche anche per la scelta del design e dei materiali. Infatti la scocca è realizzata in plastica satinata con effetto metallo che rende lo smartphone un peso piuma con i suoi 130,7 grammi di peso. Tutti i bordi sono arrotondati e sul retro notiamo subito l’assenza del sensore di impronte digitali, mentre la fotocamera posteriore è posta sulla parte superiore sinistra accompagnata dal singolo flash led. Sempre sul retro troviamo la griglia dello speaker di sistema che grazie al piccolo scalino in plastica offre un suono sempre apprezzabile e mai attutito dalla superficie su cui poggiamo il device, mentre risulta gradevole il logo dell’azienda leggermente incassato avente una finitura lucida. Il design è ereditato praticamente dallo Xiaomi Redmi 3S, e come lo stesso, sul profilo destro troviamo il pulsante di accensione/spegnimento ed il bilanciere del volume, mentre su quello sinistro troviamo lo slot per il carrellino delle due SIM, una in formato micro ed una in formato nano, oppure si può estendere la memoria interna con una scheda micro SD fino a 128 GB, rinunciando però alla funzione del dual SIM.

Nella parte alta del Redmi 4A troviamo l’ingresso jack da 3.5 mm, il trasmettitore ad infrarossi per comandare TV ed altre apparecchiature elettroniche, ed il secondo microfono per la riduzione dei rumori. Nella parte inferiore invece oltre al microfono principale è presente l’ingresso per la ricarica in formato standard micro USB con supporto OTG. Sulla parte frontale, sopra al display, è collocata la fotocamera selfie, la griglia della capsula auricolare ed i sensori di luminosità e prossimità, mentre inferiormente sono presenti i tasti di tipo soft touch disegnati sulla scocca e non retroilluminati ma con un buon feed per la vibrazione. Inoltre il tasto Home ospita il led di notifica RGB che pertanto potremmo personalizzare con un colore a seconda della notifica ricevuta. Unico difetto, facilmente raggirabile, è la delicatezza del retro in plastica che potrebbe rigarsi in piccoli punti anche facendo ben attenzione. Pertanto vi consiglio in caso di acquisto del terminale di investire qualche euro in più per dotarlo di una piccola cover magari di colore trasparente, per proteggerlo dai piccoli graffi senza stravolgere il design piacevole che ci regala il Redmi 4A.

DISPLAY

Il display è un’unità da 5 pollici  di tipo IPS con risoluzione HD 295 PPI. I colori risultano molto reali così come i neri sono risultati apprezzabili nonostante la tecnologia adoperata su questo pannello. La visibilità sotto la luce del sole risulta più che soddisfacente ed è presente la possibilità di tarare i colori e la rispettiva saturazione tramite software. Il touch è di tipo multi fino a 10 tocchi ed è risultato sempre reattivo e preciso. Anche il trattamento oleofobico è di discreta consistenza infatti non dovremmo sempre pulire lo schermo del nostro smartphone. Anche per questo Redmi 4A a livello software è presente la funzione lettura utile per la notte in quanto la vista tende ad affaticarsi meno. Purtroppo devo segnalare un bug della ROM, in quanto il sensore di luminosità nelle ore notturne dopo una decina di minuti di schermo acceso va in confusione sparando al massimo la luminosità che può essere riportata a condizioni ottimali agendo sulla barra di regolazione presente nel pannello delle notifiche. Tutto sommato il sensore è risultato sempre reattivo e quindi il bug non è nulla di compromettente e che verrà risolto con il rilascio del prossimo aggiornamento.

 HARDWARE

Il compito di animare lo Xiaomi Redmi 4A è affidato al processore Qualcomm Snapdragon 425 un quadcore con architettura a 64 bit Cortex A-53 e frequenza di clock a 1.4GHz. Il tutto viene accompagnato da 2 GB di RAM LPDDR3-667 e 16 GB di memoria interna fortunatamente espandibili tramite scheda micro SD fino a 128 GB. La GPU è una Adreno 308 a 400 MHz che accompagna perfettamente il resto dell’hardware garantendo anche per giochi pesanti quali Real Racing 3, sessioni di gaming fluide e soddisfacenti seppur i dettagli grafici non sono al massimo il che rende il dispositivo esente da surriscaldamenti particolari. Come già detto non è presente il sensore di impronte digitali che potrebbe essere comunque un punto a favore per chi cerca semplicità ma affidabilità in un terminale. Il  Wi-Fi è monobanda a 2.4 GHz ma  la copertura del segnale è risultata molto buona e l’aggancio molto rapido così come è risultato perfetto e sempre affidabile la navigazione GPS con fix rapidi e senza mai perdita di segnale. Il modulo Bluetooth 4.1 infine mi ha permesso di collegare il Redmi 4A ad ogni periferica di sorta come speaker, fitband, selfie stick ed altro. Sicuramente visto il prezzo irrisorio a cui viene venduto il Redmi 4A la presenza del trasmettitore IR e della possibilità di sfruttare la funzione OTG per collegare chiavette e periferiche, è sicuramente un plus che non va sottovalutato.

AUDIO E RICEZIONE

Il Redmi 4A inoltre offre la connettività 4G LTE su entrambi gli slot SIM con la presenza della banda 20 a 800 MHz permettendo al segnale 4G di accompagnarvi in ogni dove anche per chi come me ha come operatore di telefonia Wind. L’audio in chiamata tramite capsula auricolare risulta di ottima qualità ed il vivavoce seppur in fase telefonica restituisce un suono leggermente appiattito, è promosso con sufficienza piena. Anche il nostro interlocutore non lamenta alcun problema grazie anche alla presenza della funzione VoLTE. Il volume durante l’ascolto di musica è molto elevato e nonostante la presenza dello speaker di sistema sul retro, poggiando lo smartphone sulle varie superfici il suono non muta. Inoltre il suono può essere ulteriormente migliorato con l’utilizzo di cuffie grazie alla funzione Mi Sound integrato nel software che permette di personalizzare l’equalizzazione del suono in base al tipo di auricolari adoperati. A completare la dotazione ci pensa la presenza della Radio FM spesso dimenticata anche in top di gamma dal costo davvero eccessivo.

Segnale 4G attivo con Wind

SOFTWARE

La Xiaomi Redmi 4A da noi in test è la versione internazionale, ed il sistema operativo su cui si basa è Android 6.0.1 con interfaccia proprietaria MIUI 8. Appena ho ricevuto il terminale la versione presente era la Stabile 8.1.1.0, ma neanche il tempo di accenderlo che ho ricevuto una notifica OTA per aggiornarlo alla versione Stabile 8.1.4.0 (è previsto l’aggiornamento a MIUI 8.2 per inizio marzo). Le forti personalizzazioni del sistema, come quella grafica tramite i temi scaricabili dallo store MIUI, rendono ancor più appetibile questo smartphone. Ma soprattutto va sfatato il mito che i telefoni Xiaomi sono solo per utenti consapevoli, per smanettoni, nerd etc.. Questo Redmi 4A è per tutti, pronto all’uso, senza dover fare modiche di alcun genere. Accenderete il telefono e siete già pronti ad usarlo in quanto è presente il Google Play Store e tutti i servizi che gravitano attorno all’ecosistema Google. Anche per le notifiche non ho dovuto settare alcun accorgimento o permesso particolare. Ho sempre ricevuto ogni notifica da ogni singola applicazione senza ritardi o ibernazioni varie.

Ho però riscontrato un bug riguardante la rotazione dello schermo: ossia dopo un determinato tempo di utilizzo del device la funzione di rotazione automatica smette di funzionare e seppur provando ad agire sui comandi manuali occorre riavviare il terminale per ovviare al problema. Il difetto non si rivela sempre anche se non ho capito quali sono le condizioni per cui il bug si manifesta che verrà comunque risolto con il prossimo aggiornamento. Sono infine presenti tutte le funzioni a cui gli ultimi modelli che montano la stessa versione ci hanno abituati, come ad esempio il Second Space, il Dual App, la Quick Ball, la modalità bambino e la possibilità di accendere il display con un doppio tap. Purtroppo non sono supportati i formati MKV, o file con codifica UHD e 4K. La fluidità generale è elevata e l’utilizzo quotidiano ne esce appagante, infatti, la navigazione internet sia con browser di sistema sia con Chrome è risultata piacevole e senza lag, così come le varie applicazioni quali Facebook o Twitter nonostante l’avvio non rapidissimo.

BENCHMARK

FOTOCAMERA

La fotocamera posteriore del Redmi 4A è un’unità da 13 Megapixel f/2.2 con sensore Omnivision OV13850 che offre varie modalità di scatto tra cui la modalità manuale, funzione panorama, modalità bellezza volto etc.. Presente anche l‘HDR che lavora molto bene, mentre il formato d’immagine è disponibile sia in 4:3 che in 16:9 ma le varie risoluzioni non possono essere scelte se non attraverso la qualità finale dell’immagine impostabile in Alta, Normale e Bassa. Il singolo flash led in condizioni di scarsa luminosità svolge un buon lavoro anche da medie distanze, ma  in condizioni particolarmente buie il rumore di fondo si fa abbastanza evidente. Nel complesso la fotocamera realizza scatti di buona qualità vista anche la fascia di prezzo in cui si colloca il device. La rapidità di scatto non è proprio elevata e la messa a fuoco automatica seppur anch’essa non fulminea non sbaglia un colpo. La fotocamera frontale invece è affidata al sensore Omnivision OV5675 da 5 megapixel f/2.2 il quale restituisce foto al di sopra della media rispetto anche a telefoni definiti top di gamma con la possibilità di utilizzare la funzione di scatto vocale. Notevole anche la presenza di molteplici filtri che permettono scatti originali nonché la presenza dello strumento di ritocco foto per dare ulteriore originalità agli stessi.

I video vengono girati in risoluzione massima FHD 1080p senza la presenza di alcuna stabilizzazione bensì è presente l’autofocus CAF molto reattivo e la funzione Time Lapse. La fotocamera può infine essere attivata effettuando un doppio tocco sul pulsante del volume in modo da effettuare dei veloci punti e scatta da condividere sui vari social.

BATTERIA

La batteria è un’unita non removibile con capacità di 3120 mAh che possono sembrare pochi ma che sono ottimizzati in maniera eccezionale rendendo il Redmi 4A un campione di autonomia. In una giornata tipo dove è stato utilizzato GPS, continui cambi di rete tra WiFi e rete 3G/4G , Bluetooth collegato, navigazione Web, vari social e chat, 3 account in modalità push attivi etc.. sono riuscito a totalizzare un’autonomia di 1 giorno, 7 ore, 25 minuti e 41 secondi con una carica residua del 7% e registrando ben 5 ore e 57 minuti di schermo acceso il tutto senza usufruire di alcun risparmio energetico fornito dal software. Insomma vi dimenticherete del vostro caricabatterie e non avrete l’ansia di rimanere senza carica durante le vostre giornate e proprio quando non si potrà fare a meno di caricarlo in circa 2 ore e mezzo la ricarica risulterà completa al 100%.

 

PREZZO E CONCLUSIONI

Dobbiamo considerare che il Redmi 4A ha un prezzo pari a 123 euro usufruendo del nostro codice sconto XTSPRING ma che tutte le cose analizzate nella nostra recensione lo rendono un vero TOP. Convince la fotocamera, l’autonomia da record, l’hardware ed il software nonchè la presenza della banda 20 a 800 MHz, creando un distacco notevole da molti modelli che si collocano nella stessa fascia di prezzo se non superiore. Il prossimo aggiornamento alla MIUI 8.2 porterà nuove funzioni arricchendo ancor più l’esperienza quotidiana. Il Redmi 4A è decisamente uno smartphone di qualità ad un prezzo ultra competitivo, che farà innamorare anche l’utente più diffidente. Sono veramente soddisfatto di questo terminale che sento di consigliarvi come acquisto tramite lo store Honorbuy.it il quale spedisce direttamente dall’Italia entro max 72 ore e senza nessun costo di dogana. Sempre dall’Italia potete ricevere assistenza nonché una garanzia di 2 anni.

Xiaomi Redmi 4A 2/16gb Versione Internazionale

2 anni di garanzia con riparazione in Italia. Consegna in 48 ore dall'Italia

€123 €128

Recensione Xiaomi Redmi 4A: qualità TOP a prezzo LOW
XTWINT

1
Commenta

avatar
1 Argomenti
0 Risposte agli argomenti
0 Followers
 
Commento con più reazioni
Il commento più attivo
1 Commento dell'autore
Mich. Gio. Commenti recenti dell'autore
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Mich. Gio.
Ospite
Mich. Gio.

A parte la fotocamera, è una specie di Moto G (1 generazione) del 2013, o sbaglio?

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0

Like us!