fbpx

Recensione Redmi 9 – Un muletto che scalpita come un cavallo da corsa

Era da un pò di tempo che non si respirava quell’aria di un vero best buy, di un dispositivo offerto ad un piccolo prezzo ma dalle grandi potenzialità e finalmente con il rilascio di questo Redmi 9 torna in pompa magna la filosofia che fin dagli esordi accompagna il brand asiatico, ovvero l’elevato rapporto qualità/prezzo. Quindi non ci resta che scoprire Redmi 9 nella nostra recensione completa.

Redmi 9 Global 4/64Gb con NFC
🇨🇳Spedizione EU Priority Line (7/15gg, No dogana)✈
111€ 179€
BGR9AC
Prezzo aggiornato il: 3 Dicembre 2020 22:07

Nonostante abbiamo a che fare con un dispositivo a basso costo, l’azienda non ci fa mancare nulla, dotando il dispositivo di tutto il necessario, che comprende:

  • Redmi 9
  • Alimentatore da rete con presa europea ed uscita 5V / 2A (10W)
  • Cavo di ricarica e trasferimento dati USB Type-C
  • Cover in silicone morbido trasparente, con tappino proteggi ingresso di ricarica
  • Clip per la rimozione del vassoio SIM
  • Manuale utente multilingua e libretto di garanzia

Valori SAR: Testa (0,789 W/Kg) , Corpo (1,065 W/Kg)

E visto la prefazione che abbiamo fatto non possiamo che partire questa recensione con il design di Redmi 9, uno dei punti di forza dello smartphone che si propone al grande pubblico con una costruzione caratterizzata da materiali “poveri” come il policarbonato che ricopre l’intera scocca posteriore abbracciando anche tutto il frame del telefono, ma dalle ottime finiture ed assemblaggio. Bellissima poi la colorazione da noi in test, denominata Ocean Green, che spicca maggiormente con la zigrinatura che corre lungo tutta la back cover, che ne aumenta il grip e che ha reso possibile un trattamento anti-impronta, mentre il comparto fotocamera è racchiuso uno spazio contraddistinto da un cerchio a contrasto lucido con il materiale del telefono, richiamando a grandi linee lo stile visto sulla Redmi K30.

La quad camera sul posteriore si compone di 3 ottiche inserite in verticale e posizionate centralmente nella parte superiore della scocca, mentre una quarta ottica accompagnata da un flash LED single tone si posizionata a fianco di queste che a loro volta ospitano al di sotto un sensore per impronte digitali, rialzato rispetto la scocca in quanto inglobato nella sporgenza dedicata alle fotocamere. Per quel che riguarda il sensore d’impronte come al solito si è rivelato affidabile, preciso e veloce nello sblocco.

Redmi 9

profili che corrono lungo Redmi 9 sono realizzati in plastica  che per il periodo in cui ho utilizzato lo smartphone sembra aver resistito alla tenuta del colore e graffi. Su di essi troviamo sul lato sinistro il carrello delle SIM in grado di ospitare due SIM in formato nano ed una scheda micro SD per l’espansione della memoria con supporto fino a 256 GB, senza rinunciare alla funzionalità Dual SIM Dual Standby. A livello di connettività alla rete Redmi garantisce la navigazione in 4G su entrambi gli slot con supporto alla banda 20, ma seppur non dichiarato esplicitamente nei miei test ho quasi sempre agganciato anche il segnale 4G+, aggregando quindi senza problemi tutte le bande disponibili, cosa da non sottovalutare nella fascia di prezzo cui si colloca il telefono.

Sulla destra sono presenti il bilanciere del volume ed il tasto power mentre sul profilo superiore troviamo il secondo microfono per la riduzione dei rumori ambientali che si accompagna al trasmettitore IR. Specularmente trovano sede il microfono principale , l’ingresso jack da 3.5 mm, la porta Type-C per la ricarica con supporto OTG ed infine lo speaker di tipo mono.

La resa sonora è decisamente buona, esprimendosi con un buon bilanciamento di tutte le frequenze dello spettro sonoro, senza mai ravvisare distorsioni ad elevato volume oppure il prevalere di alcune tonalità rispetto altre. Inoltre a livello software, Redmi 9 si fregia della possibilità della pulizia del condotto sonoro dello speaker, qualora ravvisassimo qualche sbavatura magari dovuta alla presenza di polvere.

E prima di parlarvi del resto faccio un breve accenno all’ergonomia dello smartphone, che grazie a dimensioni pari a 163,32 x 77,01 x 9,1 mm ed un peso di 198 grammi, distribuiti in modo armonico sull’intero corpo, rendono Redmi 9 uno dei migliori smartphone che abbia tenuto in mano. Sono sempre riuscito ad utilizzarlo ad una mano anche in situazioni limite, come in auto, e devo dire che non ho mai avuto da ridire.

Redmi 9

Finiamo però la panoramica legata al design, che sul frontale offre un pannello da 6,53 pollici contraddistinto da un notch a goccia al cui interno è contenuta la camera selfie mentre superiormente possiamo ammirare un’ampia capsula auricolare ed i sensori di luminosità e prossimità mentre risulta assente il LED di notifica. Il display da 6,53 pollici è di tipo IPS LCD con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel) in formato 19.5:9 e se rapportato al prezzo è un altro punto di forza di Redmi 9 (394 PPI, 89,93% screen to body ratio). Neri di ottima qualità, contrasti perfettamente gestiti e riproduzione dei colori fedele, con possibilità a livello software di tararne la temperatura ed i contrasti. Insomma con Redmi 9 è una goduria fruire di contenuti multimediali.

Inoltre abbiamo la possibilità di sfruttare la modalità Lettura oppure abilitare le gesture del doppio tocco per attivare lo schermo oppure quella del sollevamento. Infine buona la visibilità sotto la luce con un picco di luminosità massima di 400 nits. Redmi inoltre dota il display di una pellicola in plastica per la protezione da graffi ed urti, ulteriormente impreziosita da una copertura in vetro Corning Gorilla Glass 3. Ma le note positive non terminano qui, visto che abbiamo la certificazione DRM Google Widevine di Livello 1 oltre che quella di Amazon Prime Video, una rarità sui dispositivi del brand asiatico.

Peraltro, degna di nota l’ottimizzazione delle cornici che risultano davvero ridotte rispetto a tanti altri device, anche top di gamma, una feature che va ad impreziosire l’esperienza di navigazione tramite le gesture a schermo. Come vi ho accennato, Redmi 9 adotta il notch, che nel complesso risulta contenuto donando ancor più eleganza al terminale, ma soprattutto non è presente alcun problema per la visualizzazione delle icone di notifica che rimangono fisse in maniera permanente sulla barra di stato.

Ok, Redmi 9 è senza dubbio bello da vedere ma poi come si comporta nella quotidianità, insomma vale il detto bello e stupido? La risposta è no, in quanto lo smartphone entry level offre comunque un hardware di tutto rispetto che si compone di una CPU MediaTek helio G80, Octacore con processo produttivo a 12nm e clock massimo di 2.0 GHz (struttura 2 x Cortex A75 + 6 x Cortex A55) a cui si associa la GPU Mali G52 MC2 @950MHz4 GB di RAM LPDDR4X e 64 GB di storage interno espandibili di tipo eMMC 5.1. A livello di benchmark non si ottengono punteggi da capogiro, ma vi assicuro che durante l’utilizzo di tutti i giorni la differenza tra lui ed un medio gamma di almeno 450 euro, nemmeno si nota.

 In situazioni di stress, il terminale reagisce bene, offrendo sempre una fluidità di sistema all’altezza delle aspettative senza mai surriscaldarsi. Un plauso va fatto senz’altro a Xiaomi per l’ottimizzazione del software su questo Redmi 9, sorprendendo per velocità e fluidità, superando molti dispositivi della concorrenza.

Un software che si basa sull’ultima major release del robottino verde, alias Android 10 con patch di sicurezza aggiornate a giugno 2020, naturalmente con interfaccia personalizzata dalla MIUI 11,  ma è inutile parlarvene perchè ormai la conosciamo come le nostre tasche, sottolineando che il dispositivo dovrebbe aggiornarsi entro la fine dell’anno alla nuova MIUI 12. Attenzione solo che in commercio esiste anche la variante da 3 GB di RAM e 32 GB di storage, la quale innanzitutto differisce di pochi euro dalla versione “maggiorata” ma soprattutto offre in meno una caratteristica fondamentale che sicuramente fa piacere a tutti gli utenti, nessuno escluso.

Per questo introduciamo il resto dell’hardware che si compone di un WiFi 802.11a/b/g/n/ac a doppia banda (2.4/5.0 GHz) con supporto a WiFi Direct e WiFi display, Bluetooth 5.0 e GPS / AGPS / GLONASS / BeiDou dal fix rapido, ma soprattutto troviamo la gradita presenza del sensore NFC per i pagamenti in mobilità e la Radio FM che può funzionare anche senza collegare per forza gli auricolari cablati.

E niente male anche l’autonomia di Redmi 9 che durante il standby ottiene consumi pressochè irrisori. La batteria da 5020 mAh unita ai bassi consumi della CPU offre prestazioni decisamente ottime, portandoci sempre a fine giornata che può essere raddoppiata con un utilizzo più tradizionale. Altra chicca che l’azienda mette a disposizione su questo terminale è il supporto alal ricarica rapida a 18W, seppur dobbiate dotarvi di un caricatore apposito visto che quello in confezione permette un output massimo di 10W.

E veniamo infine al comparto fotografico di questo Redmi 9, forse l’unica nota stonata di quesrto dispositivo. Comincio con l’elencarvi i sensori della quad camera posteriore che nell’ottica principale ospita un sensore da 13 megapixel ed apertura f/2.2 a cui si associa un secondo sensore grandangolare da 8 megapixel, FOV 118° ed apertura f/2.2. Non mancano poi ulteriori due ottiche di cui una con risoluzione 2 MP, apertura f/2.4 con specifica funzione di raccolta dei dati di profondità per offrire un effetto bokeh dal risultato più che soddisfacente ed infine un sensore da 5 MP apertura f/2.4 adibito ad uso degli scatti in modalità Macro con messa a fuoco a 4 cm di distanza dal soggetto.

Sul frontale invece Xiaomi non si è sbilanciata ulteriormente, offrendo una camera selfie dotata di sensore da 8 megapixel ed apertura f/2.0. Per entrambe le camere, posteriore e frontale, abbiamo a disposizione la tecnologia AI che una volta attiva è in grado di riconoscere la scena o il soggetto inquadrato ed impostare in modo automatico i migliori parametri di scatto. La resa delle foto in diurna è decisamente valida, con una buona presenza di dettagli e buona rappresentazione dei colori. L’effetto bokeh che si ottiene da entrambe le camere è molto valido, seppur a volte i contorni del soggetto non sono poi così delineati.

La modalità AI non è troppo invasiva e spesso ci aiuta a scattare una foto migliore, un’opzione davvero comoda per chi non è avvezzo alla fotografia. Non possiamo definire Redmi 9 un camera phone, soprattutto per le foto in notturna dove risulta assente la modalità apposita, restituendo scatti con un’elevata dose di rumore digitale e scarsa definizione. Da segnalare inoltre che il software fotocamera sembra andare in difficoltà nel gestire le tonalità con predominanza di rosso/fuxia, restituendo questa tonalità impastata.

A livello video poi è da sottolineare in maniera negativa l’assenza di qualsiasi forma di stabilizzazione oltre che poter registrare i video al massimo in risoluzione 1080p a 30fps. Ad ogni modo la messa a fuoco è risultata rapida ed il cambio di focale non sembra risentire di alcun problema, risultando veloce e morbido nel cambio. Anche l’audio catturato dai video mi è sembrato di buona qualità. Infine a livello software va segnalata la presenza dell’HDR automatico sia sulla camera posteriore che su quella selfie. Presente inoltre una serie di filtri da applicare alle foto in tempo reale, modalità manuale (seppur limitata a pochi parametri), modalità panorama ed infine per la camera selfie la possibilità di sfruttare lo schermo come flash per scatti notturni.

Ma la camera frontale mi ha stupito soprattutto per il supporto all’Unlock Face, che avviene in tempi rapidi anche in situazioni di scarsa illuminazione ambientale.

Redmi 9 Global 4/64Gb con NFC
🇨🇳Spedizione EU Priority Line (7/15gg, No dogana)✈
111€ 179€
BGR9AC

CONCLUSIONI

Sembra chiaro che questo Redmi 9 al prezzo cui viene proposto, stupisce in positivo offrendo feature ed affidabilità che difficilmente troviamo su altri dispositivi. Redmi 9 a mio giudizio è uno smartphone equilibrato, degno di nota a livello estetico ed appagante a livello prestazionale. Sono molti i punti a favore di questo terminale, come l’autonomia, il display, la connettività che si compone anche di NFC e 4G+ mentre risulta in linea con l’essenza entry level, la resa fotografica e video, comunque più che sufficiente per la stragrande maggioranza degli utilizzi generici di tale comparto. Fluidità e velocità generale combinate ad un’affidabilità quotidiana (non ho mai riscontrato lag o impuntamenti) costituiscono già da soli ottimi motivi per consigliarlo alla stragrande maggioranza degli utenti che con una spesa contenuta possono portarsi a casa un dispositivo che non deluderà nemmeno tra qualche anno. Quindi se vi siete convinti dell’acquisto potete farlo tramite il box offerta che trovate sparso all’interno della recensione oppure seguire le offerte che quotidianamente proponiamo sul nostro canale Telegram.

Offerte e storico prezzi Redmi 9

Compra su Amazon

Redmi 9 Samartphone - 4GB 64GB AI QUAD KAMERA 6.53" Full HD + display 5020mAh (typ) Nero [Versione globale], Xiaomi

Prezzo: 170,00
al 3 Dicembre 2020 22:07  
Vai all'offerta
Amazon.it
Compra su Amazon

Compra su Amazon

Statistiche

Prezzo corrente 170,00€ 3 Dicembre 2020
Prezzo più alto 183,95€ 29 Novembre 2020
Prezzo più basso 138,00€ 21 Ottobre 2020
Dal 18 Ottobre 2020

Ultimi cambiamenti di prezzo

170,00€ 3 Dicembre 2020
149,00€ 2 Dicembre 2020
144,00€ 2 Dicembre 2020
170,00€ 1 Dicembre 2020
147,00€ 30 Novembre 2020

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

9 Punteggio totale
REDMI 9

Redmi 9 per via del suo prezzo potrebbe essere erroneamente scambiato come uno smartphone secondario e poco prestante, ma in realtà lui risulta completo di ogni feature, che spesso nemmeno i top di gamma offrono. Robusto, ottima autonomia, supporto HD a contenuti in streming, connettività completa tra cui NFC e 4G+. Peccato la resa fotografica, ma forse un futuro update smusserà questo peccato di gioventù, ma già così per me è assolutamente da promuovere a pieni voti.

CONFEZIONE
8.8
DESIGN E MATERIALI
8.8
DISPLAY
9.2
HARDWARE
8.7
AUDIO E RICEZIONE
9.1
SOFTWARE
9
FOTOCAMERA
7
BATTERIA
10
ERGONOMIA
9.3
ESPERIENZA UTENTE
9.5
PREZZO
9.6
PROS
  • PREZZO
  • PRESTAZIONI
  • DISPLAY
  • AUTONOMIA
  • USABILITA' IN AMBITO QUOTIDIANO
  • CONNETTIVITA' COMPLETA
CONS
  • ASSENZA FUNZIONI SPECIALI IN AMBITO FOTOGRAFICO
  • ASSENZA LED NOTIFICA
Add your review  |  Read reviews and comments

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
5 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
pippo
pippo
1 mese fa

quel contorno ai lati del display è una pellicola protettiva? Si può rimuovere?

ugo tom
ugo tom
4 mesi fa

Possibile disattivare play store e play service? Grazie.

ugo tom
ugo tom
4 mesi fa

Sono due anni che non li uso, preferisco tenere il controllo del telefono nelle mie mani. Ormai android è un vero sistema operativo e le alternative alle applicazioi di google non mancano, senza contare l’aumento di autonomia e prestazioni. Chiedevo perchè è più semplice aggiornare il telefono se è prevista la disattivazione, la strada dei comndi adb richiede un reset per poter aggiornare.

Ale
Ale
3 mesi fa
Reply to  ugo tom

Basta che ti prendi un qualsiasi nokia a 15 euro. Risparmi e sei sicuro che nessuno ti spia!

Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0