fbpx

10 convinzioni errate sulla batteria di uno smartphone android

Una batteria capiente è probabilmente il componente più richiesto quando si acquista uno smartphone. Molti utenti non sanno dove sbattere la testa, si chiedono quali sono le regole per tenere in salute il proprio device. Sfortunatamente, le informazioni che circolano su ‘come caricare uno smartphone’ tendono a essere confuse e spesso in conflitto tra loro. In questo articolo vedremo 10 pensieri sbagliati! Buona lettura guys!

Come calibrare al meglio il lettore di impronte dei nostri Xiaomi...ecco la guida

batteria ricarica smartphone android

10 pensieri errati sulla batteria

1

“La batteria possiede una ‘memoria'”.

Potresti aver sentito questo suggerimento da un amico: “fai scaricare totalmente e successivamente la fai caricare fino al 100% così la batteria si ‘ricorda’ della sua capacità originale”.

Pura mitologia! Mettere in ricarica il dispositivo prima che la batteria sia completamente scarica non reca alcun danno. L’effetto “memoria” si verificava con le vecchie batterie Ni-cad. Al giorno d’oggi, le moderne batterie agli ioni di litio non vengono influenzate da cicli completi.

2

“La batteria deve essere caricata con il caricabatterie originale.” 

Un fifty-fifty tra verità ed errore. Alcuni caricabatterie di scarsa qualità possono essere pericolosi per la salute di un dispositivo. Ma ciò non significa che bisogna sempre utilizzare i caricabatterie originali.

Puoi utilizzare un qualsiasi caricatore USB, ma le sue prestazioni possono variare. Esempio: un caricabatterie in grado di erogare corrente a 2A, caricherà la batteria più velocemente di un caricabatterie da 1A.

3

“La batteria del telefono si danneggia se viene caricata durante la notte”. 

Collegare un device a un caricabatterie prima di andare a dormire è una pratica comune per molte persone. Questo può danneggiare la batteria?

La risposta è NO. Gli smartphone di oggi sono abbastanza “intelligenti” da interrompere automaticamente l’ingresso di corrente quando la batteria è completamente carica, anche se ancora collegata.

4

“Non utilizzare il telefono mentre è in carica”. 

L’uso del dispositivo mentre è in carica non influirà negativamente sulla batteria. Utilizzato o meno, la batteria verrà caricata come dovrebbe.

Anzi, in genere i dispositivi “lavorano” mentre sono in carica. Ad esempio per scaricare gli aggiornamenti software tramite Wi-Fi oppure per sincronizzare dati nei rispettivi cloud. Quindi, non aver paura di usare il telefono mentre è in carica.

5

“Non spegnere il telefono mentre è in carica”.

La batteria del telefono non sarà danneggiata se il dispositivo è spento. Infatti, la carica diminuisce gradualmente quando il dispositivo è spento e non utilizzato per un lungo periodo. Tutto nella norma, non preoccuparti!

6

“Lo smartphone deve essere completamente carico prima dell’uso”. 

Molte persone caricano il dispositivo in loro possesso fino al 100% prima di iniziare ad utilizzare. Questo non è del tutto un pensiero corretto, caricare completamente non reca nessun beneficio.

In effetti, lo smartphone funziona in modo ottimale quando si è tra il 40% e l’80% di carica. Se ci fate caso, la maggior parte degli smartphone vengono riempiti solo per metà dalla fabbrica produttrice.

7

“Mettere la batteria a raffreddare può prolungare la sua durata”.

Questo pensiero è stato trasmesso dal passato, ma un idea completamente falsa. Specialmente le moderne batterie agli ioni di litio possono essere effettivamente danneggiate da eccessivo calore o freddo.

8

“Non navigare su internet, in questo modo la batteria drena più velocemente”.

Errato. L’attività più drastica è quella di giocare ai videogiochi. E’ anche vero che navigare su internet può avere un impatto considerevole sulla capacità della batteria, a seconda del tipo di contenuto a cui si accede. Visualizzare video in YouTube, ad esempio, riduce la durata della batteria più velocemente rispetto alla semplice navigazione di contenuti testuali.

9

“Spegnere Wi-Fi, Bluetooth e GPS per prolungare la durata”.

Queste tre funzionalità, anche se accese, vengono utilizzate solo quando è in esecuzione un applicazione correlata. Ad esempio il GPS sarà attivo quando l’utente utilizza un applicazione di mappatura. L’accensione di Bluetooh, GPS e Wi-Fi non influirà in modo eccessivo sulla capacità complessiva.

10

“‘Killare tutte le applicazioni aperte nel task manager per allungare la durata'”.

Consigliamo di chiudere le app che vengono lasciate in background. Il Task Manager può essere utile per controllare le applicazioni in esecuzione, ma non dare per scontato che chiudere queste applicazioni contribuirà ad estendere la durata.

 

Spero di esserti stato di aiuto! Lascia un tuo parere qui sotto! 🙂

 

[FONTE]

Telegram LogoT’interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

1
Commenta

avatar
1 Argomenti
0 Risposte agli argomenti
0 Followers
 
Commento con più reazioni
Il commento più attivo
1 Commento dell'autore
davide Commenti recenti dell'autore
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
davide
Ospite
davide

Non concordo solo col punto 9…. E’ vero che wifi/BT/GPS vengono usati solo se lo fa un app, ma come si fa ad avere la certezza che nessuna app lo sta facendo in background, oppure anche semplicemente che viene aperta per sbaglio dall’utente… senza contare il fatto che tenere il wifi acceso sempre mentre ci si sposta fuori casa ha delle implicazioni di sicurezza. Quindi sebbene sia vero che tenendoli spenti non c’è nessuna garanzia di prolungare la durata della batteria in generale è una buona pratica che consiglio a tutti, dire che non influisce sulla batteria è un modo… Leggi il resto »

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0

Like us!