fbpx

Oukitel U20 Plus – Recensione completa

Il 2017 sarà un anno in cui sono previste interessanti novità da parte delle aziende produttrici di smartphone, dove i nuovi brand cinesi porteranno forse una maggiore attenzione da parte degli utenti. Tra queste è presenti Oukitel, una piccola realtà che ultimamente sta emergendo con i suoi device equilibrati ed interessanti. Il nuovo entry level dell’azienda è il modello U20 Plus che ad un prezzo contenuto offre un hardware distinto che vale la pena approfondire nella nostra recensione completa.

 

Oukitel U20 Plus

Spedizione ItalyExpress Inclusa (10gg NoDogana)

90€ 110€

Oukitel U20 Plus – Recensione completa

CONFEZIONE

L’Oukitel U20 Plus è contenuto all’interno di un apparente elegante confezione in colorazione nera con raffigurato nella parte superiore della scatola il profilo posteriore dello smartphone nelle tre varianti di colore, ossia in grigio (il colore da noi testato), oro champagne e rose gold. All’interno oltre allo smartphone troviamo una pellicola di protezione schermo già applicata, molto utile per gli sbadati come me che ho potuto beneficiarne in più occasioni salvaguardando il display da graffi. Inoltre a completare la dotazione legata alla protezione è presente anche una cover in silicone trasparente di tipo morbido che non appesantisce il design dello smartphone e ne aumenta il grip. Presente il caricabatteria da muro con attacco europeo ed uscita a 5.0 V / 1 A, cavo di ricarica e trasferimento dati micro USB, clip per la rimozione del carrellino della SIM ed una piccola guida rapida multilingua tra cui presente l’italiano. Dotazione molto comune a smartphone della stessa fascia di prezzo che appunto non prevede, come da tradizione cinese, alcun auricolare in dotazione.

DESIGN E MATERIALI

Inutile negarlo, ma il design dell’Oukitel U20 Plus è ispirato al più famoso iPhone 7 Plus da cui ne trae ispirazione anche per la presenza della doppia fotocamera sul retro nella parte superiore sinistra accoppiate ad un flash led monotono. Sempre sul retro troviamo il logo Oukitel e la presenza del sensore di impronte digitali racchiuso in una fresatura circolare. Sul profilo sinistro del device troviamo il tasto di accensione/spegnimento ed altri due pulsanti equivalenti a volume + e – realizzati in metallo. Seppur comune la disposizione dei tasti ho trovato scomodo l’utilizzo degli stessi in quanto spesso ho confuso il tasto d’accensione/spegnimento con quello del volume – e viceversa, pertanto sarebbe stato opportuno magari dotare almeno uno dei tasti con una lavorazione a rilievo in modo da evidenziarne il riconoscimento.

Il profilo superiore è dedicato esclusivamente all’ingresso per gli auricolari ma nessuna presenza di secondo microfono, il profilo destro invece ospita il carrellino delle SIM di cui la principale in formato Micro e la secondaria in formato Nano oppure si può optare per l’espansione della memoria interna tramite Micro SD a patto di rinunciare alla funzionalità dual SIM. Infine il profilo inferiore del device prevede l’ingresso per il cavo micro USB e doppia griglia di cui la dx dedicata al microfono principale e la sx dedicata allo speaker di sistema, il tutto delineato da due viti che tengono ancorata la scocca interamente realizzata in policarbonato. Frontalmente abbiamo un display da 5.5 pollici con bordatura 2.5D, tasti soft touch disegnati direttamente sulla scocca non retroilluminati e privi di vibrazione, fotocamera anteriore e sensore di luminosità e prossimità. Come detto in precedenza il design si ispira al modello di casa Apple anche se conserva i tratti tipici di un device Android, offrendo linee arrotondate che regalano un buon grip generale anche senza l’ausilio della cover in dotazione. Infatti lo smartphone non risulta scivoloso ma va segnalato il peso che per certi aspetti può essere considerato un pregio ma per molti altri decisamente un difetto, in quanto il peso di 195 grammi nell’arco della giornata si fa sentire.

DISPLAY

Il pannello dell’U20 Plus è un’unità da 5.5 pollici di produzione SHARP con risoluzione Full HD 1920 x 1080. Il display apparentemente è il punto forte dello smartphone, almeno per la fascia di prezzo in cui si colloca, in quanto restituisce un ottimo bilanciamento tra saturazione e contrasto con colori naturali e vividi. La tecnologia utilizzata è di tipo IPS che sui neri non restituisce il meglio di se tendendo a virare il colore verso il grigio soprattutto ad inclinazioni elevate del display.

Anche nella visualizzazione della griglia dei pixel si può notare l’allineamento del display non preciso. Invece i bianchi risultano puliti così come gli angoli di visione sono molto ampi ma purtroppo il display si limita ad una costruzione con soli 3 tocchi simultaneamente, seppur la fluidità generale è sempre risultata apprezzabile. Presenta la funzione a livello software del MiraVision per ottimizzare contrasti, saturazione, luminosità, nitidezza e temperatura del colore a seconda del proprio gusto personale. La luminosità del display in ambienti chiusi offre un buon range ma in situazione di luminosità diretta si fatica a leggere lo schermo seppur il sensore di luminosità lavora molto bene. Per finire è possibile risvegliare il display effettuando un doppio tap che però non può essere altrettanto utilizzato per spegnere lo stesso, mentre il trattamento oleofobico è praticamente assente trattenendo impronte e sporco in generale. Va peraltro segnalato il mancato supporto ai file con estensione MKV oppure a file in 4K ed UHD di cui viene riprodotta la sola traccia audio ma non il video.

HARDWARE

Ad alimentare l’U20 Pus ci pensa il processore MediaTek MT6737T un quadcore con frequenza di clock a 1.44 GHz architettura Cortex A53 a 64 bit, il quale risulta poco energivoro ma al tempo stesso più performante rispetto i SOC di generazione passata. A supporto troviamo anche 2 GB di RAM che garantiscono una buona stabilità anche occasioni di stress in cui sottoponiamo il telefono. 16 GB è la memoria interna disponibile fortunatamente espandibile tramite micro SD fino a 128 GB. Sorprendentemente in attività più stressanti quali il gaming lo smartphone non ha mostrato segni di cedimento o difficoltà grazie anche alla GPU Mali T720 che ad esempio con il gioco Real Racing 3, con un caricamento molto rapido, restituisce dettagli grafici al massimo ed un buon framerate, anche se va segnalato il leggero surriscaldamento nella parte inferiore del device all’altezza del sensore di impronte digitali.

L’Oukitel U20 Plus gode anche di connettività LTE con la presenza della banda 20 a 800 MHz, pertanto con pieno supporto a tutti i gestori di telefonia italiani. Il  Wi-Fi 802.11 a/b/g/n è monobanda a 2.4 GHz ma  la copertura del segnale è risultata molto buona e l’aggancio molto rapido. Anche il modulo Bluetooth 4.0 non ha mai dato problemi a differenza del modulo GPS che in più occasioni ha dato segni di incertezza. Il fix iniziale non è rapidissimo soprattutto se effettuato in zone con molti edifici ma una volta effettuato garantisce tutto sommato la navigazione a patto che non abbiate fretta nell’andare verso la vostra meta. Soprattutto in situazioni in cui è necessario cambiare percorso rispetto a quello indicato il GPS andrà in confusione con una ripresa del segnale abbastanza imbarazzante.

Il lettore di impronte digitali posto sul retro è risultato inaffidabile in situazioni in cui ho provato velocemente a sbloccare il device mentre situazioni in cui ho potuto operare con calma lo sblocco è avvenuto con successo. L’inaffidabilità però non nasce dalla qualità del sensore ma dalla superficie a lui dedicato, infatti se lo stesso fosse stato realizzato leggermente più grande questi problemi non si sarebbero verificati. Detto ciò va segnalato che attraverso il sensore è possibile bloccare l’accesso alle applicazioni, rispondere alle chiamate in entrata, scattare foto, effettuare screenshot, tornare alla home del telefono oppure al livello precedente di un’applicazione, eseguire una traccia musicale oppure un video. Forse funzioni che ad alcuni possono non interessare ma pur sempre piacevoli da trovare già implementate in una ROM.

AUDIO E RICEZIONE

L’Oukitel U20 Plus è un device dual SIM dual standby che ospita pertanto due SIM di cui una in formato Micro ed una in formato Nano, oppure si può scegliere di espandere la memoria interna tramite scheda Micro SD con supporto fino a 128 GB, rinunciando in questo caso alla funzionalità dual SIM. Nonostante la fascia bassa del mercato in cui si colloca, l’U20 Plus ha una connettività LTE su entrambi gli slot con possibilità di switch della rete a caldo tra una SIM e l’altra. Presente la banda 20 a 800 MHz il che rende fluida la navigazione in 4G anche per gli operatori come Wind. La gestione delle due SIM è in classico stile MediaTek: pertanto si può impostare un colore differente per singola SIM, associare un nome alla scheda, impostare una scheda predefinita per chiamate e messaggi oppure scegliere di volta in volta quale SIM utilizzare, ma purtroppo non è possibile differenziarne le suonerie o notifiche.

L’audio in vivavoce ha un volume abbastanza elevato da permettere una buona conversazione anche in auto, almeno a velocità moderate e devo dire che non l’ho mai trovato metallico o distorto, anzi anche durante una chiamata tramite la capsula auricolare l’audio è risultato pulito e soddisfacente. L’ascolto di musica risulta povero di bassi mentre le frequenze alte vengono enfatizzate ma è presente a livello software un piccolo equalizzatore tra cui scegliere livelli predefiniti oppure impostarne uno personalizzato.

SOFTWARE

La ROM che gira sull’Oukitel U20 Plus è praticamente Android stock in versione 6.0 Marshmallow con alcune piccole personalizzazioni da parte del costruttore. Le personalizzazioni riguardano la Home che gode di un launcher proprietario in cui è possibile tra 6 differenti temi che andranno a modificarne le icone e lo sfondo, oppure si può scegliere l’effetto di transizione tra una pagina ed un’altra in quanto non è presente l’app drawer. Il launcher però non è stabile infatti in più occasioni ho dovuto terminare il processo in esecuzione e riavviarlo poichè dalla schermata Home sparivano le icone delle applicazioni o porzioni di schermo, ma comunque la cosa è facilmente raggirabile installando launcher alternativi.

Altra personalizzazione la troviamo nel menù delle Impostazioni alla voce Assistente Intelligente: da qui si può programmare l’accensione e lo spegnimento del device in determinati orari, oppure impostare delle scorciatoie tramite gesture a schermo spento da cui potremmo accedere direttamente all’applicazione impostata, a patto però di sacrificare la sicurezza attraverso lo sblocco di impronta digitale in quanto ad ogni gesture chiederà lo sblocco col pin o password.

Purtroppo i programmi in dotazione risentono della vecchia grafica MediaTek e così il player musicale, il file manager, il calendario oppure la galleria fanno sembrare lo smartphone un modello già obsoleto e non al passo coi tempi.

Simpatiche però la funzione del Super Screenshot attraverso la quale potremmo effettuare uno screenshot lungo, ossia la fusione fino al massimo di 10 screenshot in serie utile ad esempio per catturare un’intera pagina web, oppure lo screenshot divertente attraverso il quale si potranno ad esempio effettuare screenshot di porzioni di schermo con figure disegnate a nostro piacimento, ed infine lo screen recorder che vi permetterà appunto di catturare in formato video tutto quello che succede sul vostro display con tanto di possibilità di registrare i tocchi del dito.

Le operazioni comuni quali navigazione nel browser, Facebook, Instagram, Whatsapp, Telegram etc.. vengono svolte in modo impeccabile seppur non velocissimo in fase di apertura. In conclusione va segnalata la presenza della possibilità di aggiornare la ROM tramite OTA e purtroppo della traduzione della ROM in un Italiano non proprio madrelingua.

BENCHMARK

FOTOCAMERA

La particolarità dell’Oukitel U20 Plus è proprio la presenza di una tripla fotocamera, ossia una frontale e due posteriori. La doppia fotocamera posteriore dovrebbe garantire una miglior luminosità e nitidezza delle foto scattate. In particolare troviamo un’unità da 13 Megapixel con sensore Sony IMX135 accoppiata ad’ulteriore fotocamera da 0.3 Megapixel. In particolare le due fotocamere lavorano assieme quando viene utilizzata la funzione SLR con la quale il software andrà a simulare l’apertura focale di una reflex rendendo più o meno sfocato lo sfondo del soggetto fotografato catturando un quantitativo di luce maggiore rispetto lo scatto tradizionale.  Premesso che il produttore dichiara un’interpolazione della camera da 13 Megapixel a 16 e che questa interpolazione non è stata in alcun modo riscontrata, posso affermare che gli scatti in condizioni di buona luminosità risultano più che sufficienti anche se il rumore di fondo è sempre presente in ogni situazione di scatto.

Purtroppo è assente anche l’autofocus che ci costringe a tappare ogni volta sullo schermo per mettere a fuoco il soggetto più o meno ravvicinato. Effettivamente la doppia fotocamera cattura più luce e restituisce foto dai colori più naturali ma nel complesso questa doveva essere il vero PLUS dello smartphone che purtroppo non risulta all’altezza del nome, ma in situazioni di scatti serali si fa apprezzare la sua presenza. L’applicazione fotocamera permette l’utilizzo di alcuni filtri in tempo reale, uno zoom digitale fino a 4x, possibilità di scattare foto panoramiche oppure usufruire dell’HDR, ma soprattutto prevede notevoli impostazioni per personalizzare a proprio piacimento la resa delle foto e video. Anche la fotocamera frontale, un’unità da 5 Megapixel con sensore a 4:3, riserva gli stessi risultati della fotocamera posteriore.

Anche in questo caso il produttore dichiara un’interpolazione a 8 Megapixel che non ho in alcun modo riscontrato ma soprattutto viene dichiarato che la fotocamera selfie garantisce scatti spettacolari anche in condizioni di scarsa luminosità, ma come avrete già capito l’affermazione non va di pari passo con la realtà. I video vengono girati con una risoluzione fino a 1080p a 30 fps con la possibilità di usufruire dello stabilizzatore di immagine digitale (EIS). In questo caso la resa è nettamente superiore alle foto ed anche l’audio catturato risulta apprezzabile e di buona qualità.

BATTERIA

La batteria è un’unita non removibile con capacità di 3300 mAh che possono sembrare pochi vista la dimensione del display ma grazie al processore poco energivoro riescono a garantire una giornata completa di utilizzo con almeno il 20% di carica residua con un uso medio-intenso, anche perchè sicuramente questo non è lo smartphone per un utente super smanettone. Ad ogni modo è presente la funzione di super risparmio che prolungherà la durata della batteria in quanto limiterà l’utilizzo del consumo dati, delle connessioni attive e delle applicazioni mettendo a disposizione solo il telefono, la rubrica, i messaggi SMS. Purtroppo il caricabatterie in dotazione ha l’uscita ad 1A e la ricarica risulta molto lenta, difatti occorrono circa 4 ore e mezza / 5  per completare la ricarica.

PREZZO

L’Oukitel U20 Plus si trova in vendita flash presso lo store online GearBest.com, che ringrazio personalmente per l’invio del sample, a poco meno di €91,00. Il prezzo è interessante in considerazione delle funzionalità che lo smartphone offre. Avremo in mano un telefono pronto all’uso che seppur con qualche incertezza riesce a garantire tutte le operazioni quotidiane a cui l’utente non può rinunciare.

Oukitel U20 Plus

Spedizione ItalyExpress Inclusa (10gg NoDogana)

90€ 110€

Oukitel U20 Plus – Recensione completa

CONCLUSIONI

L’Oukitel U20 Plus a primo impatto personalmente non mi ha entusiasmato ma con l’utilizzo ho cominciato ad apprezzarne le qualità ed anche i limiti. Probabilmente allo stesso prezzo si può trovare di meglio ma nel complesso l’U20 Plus è un terminale di facile utilizzo e pronto all’uso, quindi indicato a tutti gli utenti che non hanno bisogno di performance da top di gamma ma ricercano la stabilità nell’utilizzo quotidiano. Anche la dotazione, ad eccezione degli auricolari, è improntata a tutti gli utenti che non vogliono spendere ulteriore soldi per il proprio smartphone ma che soprattutto non hanno tempo nè alcuna idea di dove cercare gli accessori per il proprio device. Personalmente non ho mai avuto problemi legati a perdite di notifiche o crash improvvisi. L’autonomia è sempre stata fedele portandomi fino a sera senza la preoccupazione di dover ricaricare il device mentre ero via da casa. Operazioni che possono sembrare scontate ma che spesso anche alcuni top di gamma non riescono a garantire.

 

7.2 Punteggio totale
Oukitel U20 Plus

L'Oukitel U20 Plus a primo impatto personalmente non mi ha entusiasmato ma con l'utilizzo ho cominciato ad apprezzarne le qualità ed anche i limiti. L'U20 Plus è un terminale di facile utilizzo e pronto all'uso, quindi indicato a tutti gli utenti che non hanno bisogno di performance da top di gamma ma ricercano la stabilità nell'utilizzo quotidiano.

CONFEZIONE
6.8
DESIGN E MATERIALI
6.9
DISPLAY
7.5
HARDWARE
7.1
AUDIO E RICEZIONE
7.9
SOFTWARE
6.5
FOTOCAMERA
6.7
BATTERIA
7
PREZZO
8.2
PROS
  • NOTEVOLI FUNZIONE LEGATE AL SENSORE DI IMPRONTE DIGITALI
  • FUNZIONE INTEGRATA DELLO SCREEN RECORDER
  • PERFORMANCE RAPPORTATE ALL'HARDWARE
CONS
  • LAUNCHER CHE PRESENTA QUALCHE BUG
  • GPS POCO AFFIDABILE
  • DOPPIA FOTOCAMERA POCO PROMETTENTE
Add your review  |  Read reviews and comments

4
Commenta

avatar
2 Argomenti
2 Risposte agli argomenti
0 Followers
 
Commento con più reazioni
Il commento più attivo
4 Commento dell'autore
XiaomiToday.itMarcoEmanuele IafullaAlex Commenti recenti dell'autore
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Alex
Ospite
Alex

Ciao, ho letto con molto interesse la tua recensione e poi acquistato l’Oukitel U20 plus che oggi mi è arrivato puntuale e veloce. Grazie innanzitutto per le preziose informazioni. vorrei chiederti un paio di cose che da profano non riesco a trovare sul cellulare: 1. dove impostare lo sblocco con impronta digitale (ho trovato solo dove usare il lettore impronte come tasto per foto o per scorrere browser, ecc.) ma non dove sbloccare riconoscendo l’impronta. 2. come impostare il doppio tap per il risveglio del display (che nella recensione dici si può fare ma non lo trovo pur avendolo cercato.… Leggi il resto »

Marco
Ospite
Marco

Ciao ho appena acquistato il dispositivo. Io ho molti problemi con la copertura dati. A volte prende benissimo altre non prende proprio. E il fix dei satelliti non sono riuscito a farlo, neanche dopo 20 minuti. Non vorrei aver beccato una versione fallata del dispositivo. Il mio ha il led verde ed il dispositivo è nero. Ho provato alcuni giochi molto basilari e fa molta fatica con cali di frame.

androidappxt
Admin

Ciao, come avrai visto noi non abbiamo rilevato quesi problemi. Per escludere eventuali problemi software ti consiglio fare gli aggiornamenti (se disponibili) oppure resettarlo.
Se la situazione non cambia, contatta il venditore perché sembra un modello difettoso.

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0

Like us!