fbpx

Lei Jun rivela i piani di crescita per Xiaomi in Cina ed Europa. Si parte con la costruzione di una nuova fabbrica, da 10 milioni di smartphone all’anno

Da azienda sconosciuta a brand affermato e riconosciuto in tutto il globo, con una costanza di crescita invidiabile e soprattutto raggiunto in soli 10 anni di attività. Una vera rivoluzione Xiaomi, ma questo è stato detto più volte e quindi con oggi vogliamo parlarvi dei piani per raggiungere l’eccellenza in Europa, rivelati dal CEO della società, Lei Jun, il quale lancia il guanto di sfida in Cina a Huawei mentre proprio in Europa, potrebbe essere di naturale impennata la crescita che seguirà per via del ban e dei tanti problemi che Huawei sta vivendo.

Il progetto di Lei Jun è ambizioso, ma decisamente fattibile, in quanto il manager spiega che a tutte le fasce di prezzo cui si inseriscono i propri prodotti, questi dovranno superare severi test di qualità. Questo porterà probabilmente ad un leggero rialzo dei prezzi, ma gli utenti che si affideranno agli smartphone Xiaomi, potranno contare su efficienza e qualità, ovvero quanto di mesglio si possa trovare sul mercato in termini di rapporto al prezzo. Questa ambizione si lega all’obiettivo di espansione su scala globale, proponendosi come azienda leader in quanti più mercati possibili e sarà l’Europa a fare da seconda patria al brand, tanto da voler diventare un’entità locale.

Lei Jun

Ti potrebbe interessare anche: OmniVision lancia il nuovo sensore OV64A. Luminosissimo, 64 MP e 8K: sarà Xiaomi la prima ad usarlo?

Questo potrebbe concretizzare una realtà in cui Xiaomi pone le sue radici in termini di produzione dei propri smartphone direttamente in Europa. Pensate che bello potrebbero essere avere tra le mani uno smartphone Xiaomi assembralo in Europa ed in un certo senso, Lei Jun, si è fatto scappare anche una tempistica che prevede la realizzazione del sogno entro i prossimi 10 anni.

Lei Jun rivela i piani di crescita per Xiaomi in Cina ed Europa. Si parte con la costruzione di una nuova fabbrica, da 10 milioni di smartphone all’anno

Ma quando si parla di Xiaomi, il tempo è relativo ed il futuro è già qui. Infatti in un’era in cui la velocità di produzione rappresenta una delle più importanti leve di successo di un’azienda, ecco che per soddisfare la domanda nel settore tecnologico con particolare predilezione al mercato degli smartphone, Xiaomi ha avviato il progetto di fabbrica intelligente, la quale sarà in grado di produrre oltre 10 milioni di smartphone all’anno.

xiaomi

Ti potrebbe interessare anche: Amazfit Band 5 sbarca in Italia: dettagli, prezzo e link all’acquisto

Tutto ciò si lega quindi alle ultime dichiarazioni di Lei Jun, ovvero alla soddisfazione della domanda di prodotti tecnologici da parte di Xiaomi, azzerando ritardi nell’esportazione e nel rilascio di nuovi smartphone. Ad oggi le fabbriche del brand asiatico sono dotate di sistemi all’avanguardia in grado di diminuire i tempi di attesa fra un processo e l’altro, mantenendo comunque una certa rigidità nei controlli. Ma per il futuro, la fabbrica smart permetterà di andare oltre i limiti attuali. Non sappiamo dove verrà ubicato il nuovo stabilimento di produzione, che potrebbe anche vedere la propria dimora qui in Europa considerando che un’azienda simile a questa è già in funzione da sei mesi a Yizhuang, Pechino.

 

Ti potrebbe interessare anche: Una porta HDMI su una powerbank? Non è un errore, ma la nuova innovazione di ZMI

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

Tags:

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0