Lei Jun: l’internazionalizzazione di Xiaomi supera le aspettative

🛍️ E' iniziato il BLACK FRIDAY! Guarda le offerte XIAOMI già attive a 👉 questo link

Il 21 novembre scorso il Consiglio di Stato Cinese ha tenuto una conferenza stampa internazionale sul tema “Riforma, apertura e sviluppo dell’economia privata”. Il CEO di Xiaomi Lei Jun ha accettato un’intervista dei media cinesi dicendo che l’internazionalizzazione di Xiaomi supera le aspettative e che nonostante questo il progetto di espansione non si ferma; anzi, continuerà a potenziare ulteriormente la ricerca e lo sviluppo in campo smartphone e IoT.

lei jun xiaomi

Per quanto riguarda l’economia delle compagnie private Lei Jun ha affermato che dalla riforma e dall’apertura del mercato cinese verso l’occidente di 40 anni fa, a causa (o grazie) della forte concorrenza nel settore hi-tech, è nato un gran numero di imprese private non solo cinesi ma a internazionali: Mr.Jun afferma che nel panorama mondiale sono emerse imprese del calibro di Tencent (terza società più grande al mondo dopo Google e Amazon che si occupa di servizi per l’intrattenimento, internet e spartphones) e Alibaba (società leader mondiale attiva nel settore del mercato online), mentre nell’ultimo decennio a livello asiatico sono nate aziende come Xiaomi, Meituan e Didi che hanno un ruolo molto importante nel migliorare la competitività della Cina nei settori dell’high tech.

Grazie alla politica della cosiddetta “Belt and Road Initiative(BRI) e al rapporto qualità-prezzo, Xiaomi è stata avvantaggiata nel mercato della tecnologia rispetto ad altre aziende e infatti nei risultati appena pubblicati vediamo che ha avuto una crescita del 112.7%, di cui il 43.9% grazie al mercato d’oltremare. Ma in breve cosa è la BRI? Sulla falsa riga della 丝绸之路 (si chou zhi lu) ovvero “La Via della Seta”, la Belt and Road Initiative è un progetto che porta la Cina a collegarsi con l’Europa e l’Africa Orientale e prevede due vie, una terrestre che toccherebbe concretamente l’Europa e una marittima. Tutto questo ha agevolato non poco Xiaomi e lo abbiamo visto con la sua entrata a gamba tesa nel mercato Europeo.

belt road initiative

Lei Jun afferma che i risultati del successo di Xiaomi hanno superato ogni aspettativa, poiché è una azienda giovane e non è facile per una compagnia ottenere i risultati che ha avuto Xiaomi in solo 8 anni. Xiaomi è entrata nel mercato di circa 80 paesi e vi ha portato attraverso prodotti, tecnologie e capitale, crescita e sviluppo economico: questo è appunto uno degli obbiettivi prefissati dai circa sessanta paesi che hanno aderito al progetto per la “costruzione” della Belt and Road Initiative. È un metodo di “win-win” che permette appunto a tutti i paesi toccati da questo collegamento di rendere la propria economia ancora più potente in una prospettiva globale.

“I marchi cinesi andranno oltre il mercato nazionale e godranno di una reputazione mondiale” ha detto Lei Jun. E questa affermazione dovrebbe farci ben pensare a quella famosa espressione che troviamo su ogni prodotto in commercio, ovvero “Made in China”, visto che potrebbe trasformarsi davvero in quello che oggi per noi significa “Made in Italy” cioè qualità.
L’industria cinese ha il suo esclusivo vantaggio nella catena di costruzione dei dispositivi che, unita all’innovativa attività di Xiaomi potrebbe far vacillare veramente l’economia di altri big dell’industria tech.

Nonostante questo, il mercato dei dispositivi mobili ormai è quasi arrivato alla saturazione e per questo motivo il nostro CEO Lei Jun afferma: “Di fronte alle difficoltà odierne, che abbiamo fiducia di superare, Xiaomi aumenterà ulteriormente gli sforzi di ricerca e sviluppo, creerà prodotti migliori e servirà più utenti in tutto il mondo.”

E voi che cosa ne pensate? Credete che un big dell’industria mobile e IoT come Xiaomi possa un giorno trasformare il “Made in China” in “Manufactured in China”? E se sì, pensate che il mercato possa reggere il colpo? Fatecelo sapere nei commenti!

Gianluca Cobucci

Gianluca Cobucci

Appassionato della tecnologia in particolare di smartphones e PC. Faccio il mio lavoro con passione e rispetto il lavoro degli altri.

Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
XiaomiToday.it
Logo