DxOMark pronta a dire la sua anche sull’autonomia degli smartphone

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Fatti furbo e iscriviti al nostro canale Telegram! Tantissimi codici sconto, offerte, errori di prezzo sulla tecnologia da Amazon ed i migliori store online.

Quando si parla di smartphone e relative prestazioni, si pensa sempre ai benchmark ma anche alle analisi che ci offre il portale DxOMark, fino ad ora incentrate sulla bontà delle performance fotografiche e video dei device. Il loro giudizio è talmente importante che proprio in fase di presentazione di un nuovo smartphone, le aziende produttrici esaltano i giudizi di DxOMark che da qualche tempo si è cimentata anche nell’analisi dell’audio che i device mobili ci offrono.

Ma in futuro potremmo contare su un altro aspetto, esaminato con rigore e professionalità dal team di DxOMark, i quali vogliono diventare a tutto tondo il punto di riferimento definitivo del settore, ed infatti a breve cominceranno ad analizzare anche l’autonomia e quindi l’ottimizzazione software della batteria dai vari OEM di telefonia mobile. Si partirà dal 10 maggio con le analisi che genereranno le classifiche su cui i vari utenti potranno attingere per avere ulteriore appoggio nella scelta del proprio smartphone personale.

DxOMark pronta a dire la sua anche sull’autonomia degli smartphone

dxomark

Quindi finalmente avremo un metro per misurare in modo trasparente (o almeno così pensiamo) l’autonomia dei diversi smartphone che vengono lanciati sul mercato. Ma le loro analisi saranno davvero affidabili? Non abbiamo di certo la risposta, ma è giusto ricordare che DxOMark è stata più volte accusata da aver accettato tangenti da produttori come Xiaomi e Huawei in cambio di posizioni in classifica di alto livello per i propri device. In molti poi hanno giudicato che le “recensioni” da parte del team del portale, siano più soggettive che oggettive, non riflettendo appieno la qualità di quanto testato e soprattutto quanto ricercato dall’utente medio.

Ad esempio, DxOMark di solito assegna punteggi molto alti ai cellulari dotati di fotocamere con un ampio zoom ottico, ma in molti sono gli utenti che non trovano come necessità la possibilità di scattare foto con lo zoom, puntando molto più su funzioni come la fotografia notturna.

E quindi anche i test dell’autonomia della batteria che DxOMark effettuerà potrebbero essere soggettivi, dal momento che la durata della batteria dipende da una vastità di variabili: applicazioni utilizzate, servizi installati, connettività e soprattutto le abitudini dell’utente. E’ chiaro che un’obiettività da parte di DxOMark in tale ambito è quasi impossibile, pertanto a mio avviso non conterei molto sul giudizio che verrà da parte del team in questo ambito. Ma questo vale per tutti i benchmark in generale.

[Fonte]

Emanuele Iafulla

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Kyotrix
Kyotrix
4 mesi fa

Ottimo. Personalmente mi interessa più la durata che la prestazione in assoluto, che che ad oggi un vecchio snap720 va ancora bene per quello che deve fare un telefono. Era ora che qualcuno cominciasse a fare un bel confronto. Meglio ancora se fatto addirittura da DxOMark, sito che ha molta importanza anche per i costruttori!

XiaomiToday.it - La community italiana per i prodotti Xiaomi
Logo