T'interessano le OFFERTE? Risparmia con i nostri coupon su WHATSAPP o TELEGRAM!

Dreame L10 Ultra è il miglior robot tuttofare che ti cambia la vita

Dopo la presentazione del L10S Pro e L10S Ultra, la famiglia degli L10 di DreameTech si amplia con il nuovo Dreame L10 Ultra. Un modello di fascia altissima ma pensato per chi non vuole spendere un patrimonio. L’ho provato per due settimane e ve ne parlo.

Cosa c’è nella confezione?

Dreame L10 Ultra vista completa

DreameTech è un pò taccagna nella sua sua dotazione e questa cosa un pò stona soprattutto su un prodotto di questa fascia. In confezione troviamo:

  • Robot aspirapolvere
  • Base ricarica/autopulizia
  • Cavo di alimentazione base
  • Spazzola per pulizia della base
  • 2 supporti per i Mop lavaggio dei pavimenti
  • 2 Mop per il lavaggio dei pavimenti
  • Spazzolina rotante (da montare)
  • 2 sacchetti per la polvere
  • Manuale utente multilingua

In sostanza, oltre la dotazione base, c’è solo un sacchetto per la polvere aggiuntivo.

Design e specifiche del robot Dreame L10 Ultra

Il Dreame L10 Ultra ha la classica forma circolare di diametro 35cm ed alto 9.7cm con un peso di 3.7Kg. E’ proposto nella sola colorazione bianca, classica e discreta.

Nella parte superiore, oltre alla tipica torretta per il sensore LIDAR che si occupa di rilevare l’ambiente, alloggiano anche i tre pulsanti dedicati alle funzioni primarie: accensione e spegnimento; ritorno alla base di ricarica; avvio pulizia spot. Aprendo il coperchio superiore si accede all’ampio contenitore della polvere da 350 ml ed il contenitore per l’acqua pulita da 180 ml.

Frontalmente troviamo il sensore ottico “High precision 3D” che in abbinamento al sensore laser, aiuta il robot a riconoscere i vari ostacoli ed a prevenirli. Non manca ovviamente anche il bumper anticollisione che però raramente viene chiamato in causa.

Infine, nella parte inferiore sono presenti i sensori anti-caduta e per il riconoscimento dei tappeti. Ma soprattutto troviamo i due mop rotanti per il lavaggio del pavimento, la caratteristica più interessante di questo robot.

Dimensioni 35 x 35 x 9.7 cm
Peso3,7 kg
Tipo di ConnessioneWi-Fi 2.4GHz
Voltaggio100-240V~50/60Hz 0.5A
Potenza Nominale60W
Potenza di aspirazione5300 Pa
Capacità della Batteria5200mAh
Capacità del Serbatoio della Polvere350 ml
Capacità del Serbatoio dell’acqua180 ml
Rumore minimo59 dB

Design e specifiche della base di ricarica del Dreame L10 Ultra

Dimensioni 42 x 34 x 57 cm
Peso8,5 kg
Contenitore della polvere3 L
Serbatoio acqua pulita2,5 L
Serbatoio acqua sporca2,4 L

La base del Dreame L10 Ultra ha un design gradevole ma dimensioni generose (42 x 34 x 57 cm) poiché al suo interno ospita i due serbatoi necessari al lavaggio dei panni ma anche il sacchetto di raccolta polvere. E’ un concentrato di tecnologia che fornisce al robot un esperienza di automazione quasi totale.

Ricarica robot

La base ha ovviamente e soprattutto la funzione di ricarica. Il Dreame L10 Ultra ha una generosa batteria da 5.200 mAh che garantisce circa 200 minuti di autonomia stimati dalla casa. Nelle mie prove in casa dove la superficie da pulire è di 80mq, impostato ad “alta potenza” di aspirazione e con i lavaggio fatto simultaneamente, sono tornato alla base con il 49% di batteria. Riesce a pulire case anche medio/grandi senza problemi di autonomia, ma anche in caso di necessità è in grado di tornare alla base per ricaricarsi e riprendere la pulizia da dove l’aveva lasciata.

Autosvuotamento della polvere

Dreame L10 Ultra sacchetto polvere

Alla fine di ogni pulizia, il robot torna alla base e trasferisce la polvere raccolta nel suo sacco da 3L in grado di contenere lo sporco di circa 2 mesi a seconda dei casi. In verità è possibile impostare lo svuotamento anche dopo due o tre pulizie, nel casso aveste una casa piccola. Oltre alla comodità di non dover svuotare il robot ogni volta, l’operazione diventa più veloce e sicura perché il sacchetto si sigilla automaticamente quando viene estratto.

Il sistema di svuotamento ha un doppio flusso d’aria, uno che soffia mentre l’altro aspira, che è risultato molto efficiente. Nelle mie prove il vano della polvere è rimasto sempre completamente vuoto e senza un minimo residuo.

Lavaggio dei mop

Prima di partire ed alla fine di ogni pulizia, il robot torna alla base per la pulizia dei mop. Dell’acqua pulita viene inviata sotto ai mop che iniziano a girare e sfregare su una superficie ruvida presente nella base. Contemporaneamente, l’acqua sporca di risulta viene aspirata nel serbatoio dedicato. Questa è una funzione imprescindibile per i robot con mop rotanti che sono in grado di raccogliere molto sporco e quindi hanno bisogno di essere lavati sia dopo che durante la pulizia della casa.

Tramite l’app possiamo personalizzare il tempo di ritorno alla base per l’autopulizia, scegliendo in base alla superficie lavata (da 10 a 35 mq) oppure dopo ogni stanza. Possiamo perfino scegliere tra tre livelli di pulizia dei panni.

La base interna dove i rulli sfregano per lavarsi, può essere rimossa facilmente per eseguire la manutenzione straordinaria.

Tramite l’applicazione è anche possibile sfruttare questa funzione per eseguire un’autopulizia della base stessa.

Riempimento serbatoio dell’acqua del robot

Proprio come avviene durante le gare di macchine, in caso in cui il serbatoio rimanda senza acqua, torna alla base per “fare il pieno”. Una gran comodità che ci permette di disinteressarsi anche di questa funzione. Vi consiglio di utilizzare acqua priva di calcare perché tubicini ed elettrovalvole con il tempo possono ostruirsi.

Asciugatura dei mop

Alla fine della pulizia della casa, quando i mop sono stati lavati, un getto di aria calda viene inviato per asciugarli. Possiamo sceglierne anche la durata, tra 2/4/6 ore anche se solitamente già con 2 ore si ottiene un risultato sufficiente. Sentiremo un rumore di fondo che però è accettabile in un ambiente dove non si è soliti dormire.

E’ anche possibile disattivare questa funzione, cosa che vi sconsiglio vivamente. I mop umidi sono l’ambiente ideale per i batteri e quindi anche i cattivi odori ed è indispensabile asciugarli il prima possibile.

Come funziona la navigazione laser?

Grazie alla navigazione LiDAR in combinazione con l’algoritmo SLAM, Dreame L10 Ultra è in grado di generare mappe 3D molto precise in pochi secondi. Ne abbiamo la riprova durante il setup iniziale in cui il robot riconosce da subito il perimetro delle stanze e lo riporta nella in tempo reale nella mappa.

Il sensore ottico 3D ci aiuta invece a riconosce ed anticipare gli ostacoli: scarpe, fili, giocattoli e perfino gli escrementi del cane. Ci risparmia quindi situazioni spiacevoli in cui il robot potrebbe dover interrompere la pulizia o anche peggio. In generale migliora la sua navigazione che risulta più veloce.

La grande precisione permette al robot di muoversi con percorsi sempre ottimizzati, risparmiando tempo, batteria e evitando di trascinare oggetti per la casa. E’ inoltre un requisito indispensabile per creare zone di divieto e muri virtuali.

Come pulisce?

Il Dreame L10 Ultra con una potenza di 60W nominali, raggiunge un pressione di aspirazione di 5.300Pa che è il valore più alto tra i prodotti in commercio e che permette di ottenere risultati impressionanti su tutte le superfici. Persino sulle grandi piastrelle della mia cucina che hanno delle fughe molto profonde, riesce ad aspirare tutto al primo passaggio.

Ma la forte aspirazione è indispensabile soprattutto su moquette e tappeti, dove qualsiasi tipo di rullo, non è sufficiente ad portare via lo sporco che si annida tra le setole. Con Dreame L10 Ultra, dai tappeti viene rimosso anche lo sporco in profondità. Inoltre, grazie all’apposito sensore, il robot riconosce automaticamente i tappeti ed aumenta la potenza al massimo.

Il tutte le situazioni, l’ampio rullo completamente gommato da 17 cm, offre un grande contributo nell’efficacia ed riduce al minimo l’aggrovigliamento di peli e capelli rendendolo il robot ideale per chi ha animali in casa.

In generale in tutti i test che ho effettuato, il robot se l’è cavata egregiamente con risultati impeccabili.

Guarda la nostra recensione per maggiori dettagli sui test di aspirazione e lavaggio.

Come lava i pavimenti?

A differenza di Roborock, per il lavaggio dei pavimenti Dreame ha optato per l’adozione di due mop rotanti che ruotano fino a 180 volte al minuto e premono verso il basso, creando una frizione tale da rimuove facilmente le macchie fresche. Anche Per ottenere lo stesso risultato con le macchie più vecchie è stato necessario un un secondo passaggio ed aumentare il livello di acqua sui mop, ma tutto sommato è normale e non è un problema visto che è il robot a farlo.

La differenza rispetto ai panni statici è enorme, ma anche rispetto ai panni vibranti che ho provato, non c’è storia. E’ un’innovazione che porta (finalmente) il lavaggio dei pavimenti ai livelli del “lavaggio manuale”, compensando un aspetto sul quale questi robot sono stati spesso carenti.

Ho trovato utilissima la funzione che permette di sollevare i mop fino a 7mm, che permette di mantenere i tappeti asciutti oltre che evitare di trascinare i mop sporchi sui pavimenti puliti. Inoltre i panni possono essere attivati nelle sole stanze dove vogliamo effettuare i lavaggio, scegliendo anche la quantità di acqua da inviare: leggermente asciutto, umido, bagnato.

All’occorrenza è possibile rimuovere i supporti per i mop che sono fissati al robot magneticamente, invece i mop sono fissati a questi con un sistema a strappo in velcro, quindi facilissimi da staccare e lavare in lavatrice occasionalmente.

App companion per Android ed Apple

A sfruttare le tante funzioni a disposizione, abbiamo un’app companion realizzata davvero bene, forse la migliore insieme a quella dei Roborock e che mette a disposizione tantissime opzioni ben organizzate. L’applicazione è in lingua Italiana, anche se con alcune traduzioni imprecise, così come anche la voce a disposizione per il feedback vocale del robot.

Tra le novità che ho apprezzato, è l’impostazione sull’intensità della pulizia che permette di eseguire traiettorie più o meno distanti a seconda del grado di sporco della casa.

Utile e carina anche la mappa dell’intensità del segnale wifi che può aiutarci a individuare eventuali problemi.

Sia per Apple che Android possiamo utilizzare l’applicazione della Dreame oppure Xiaomi Home.

  • Suddivisione per camere
  • Suddivisione per piani
  • Pulizia selettiva di zone o camere
  • Abilitazione disabilitazione di zone dove pulire o lavare
  • Muri virtuali
  • Pulizia programmata
  • Selezione della potenza di aspirazione
  • Selezione della quantità di acqua da utilizzare
  • Modalità non disturbare
  • Cronologia delle pulizie
  • Aggiornamento software

Il robot è inoltre compatibile con Alexa che ci permette d’impartirgli comandi vocali per l’avvio e l’interruzione della pulizia.

Dreame L10S Ultra VS Dreame L10 Ultra

Due mesi fa, è stato presentato il Dreame L10S Ultra che in sostanza è il fratello maggiore, sia come funzioni che per il prezzo.

Dreame L10S Ultra e questo Dreame L10 Ultra condividono dimensioni e caratteristiche ad esclusione di due cose: nel L10S Ultra il sensore ottico è una vera e propria telecamera che può essere utilizzata per la video sorveglianza quando il robot non sta pulendo; inoltre incorpora un serbatoio per il detergente che viene erogato automaticamente.

Come abbiamo visto il altre recensioni, la funzione di autosvuotamento permette di dimenticarsi del robot per molte settimane ed anche la pulizia del filtro deve essere effettuata molto di rado.

La differenza è anche nel prezzo poiché il Dreame L10 Ultra costa mediamente 200€ in meno.

Dreame L10 Ultra – Prezzo e conclusioni

Il Dreame L10 Ultra è un prodotto fantastico: potente e ricco di funzioni, sia del robot che della base. Navigazione, aspirazione e lavaggio dei pavimenti sono ad altissimi livelli. La base autopulente è eccezionale e lo rende uno di quei prodotti che ti cambia la vita.

L’unico difetto che ho riscontrato è il lavaggio dei pavimenti a ridosso dei muri. I mop non riescono a raggiungere il perimetro lasciando circa 4 cm non lavati.

Dreame L10 Ultra verrà commercializzato da oggi con un prezzo di listino di 899€ ma per alcuni giorni sarò in offerta lancio su Amazon a 849€ con omaggio il kit ricambi del valore di 80€

9.1 Punteggio totale
Dreame L10 Ultra

Il Dreame L10 Ultra è un prodotto fantastico: potente e ricco di funzioni, sia del robot che della base. Navigazione, aspirazione e lavaggio dei pavimenti sono ad altissimi livelli. La base autopulente è eccezionale e lo rende uno di quei prodotti che ti cambia la vita.

DESIGN
8.5
AUTONOMIA
9.5
ASPIRAZIONE
9.5
LAVAGGIO
9
NAVIGAZIONE
9
MANUTENZIONE
10
Autosvuotamento
8
LAVAGGIO MOP
9
PROS
  • Navigazione laser
  • Sensore ostacoli 3D
  • Mop rotanti per il lavaggio
  • Grande potenza 5.300Pa
  • Autoscutamento polvere
  • Lavaggio panni
  • Asciugatura panni
CONS
  • Confezione
  • Lavaggio perimetro
Add your review  |  Read reviews and comments
Simone Rodriguez
Simone Rodriguez

Blogger, ma soprattutto appassionato di tecnologia. Faccio parte di una generazione che è passata dal tubo catodico agli smartphone, rendendomi testimone di un'evoluzione tecnologica senza precedenti. Dal 2012 seguo assiduamente il marchio Xiaomi che con il convogliarsi di vari progetti mi ha portato a realizzare XiaomiToday.it, la casa di tutti gli Xiaomisti Italiani. Scrivimi: [email protected]

Sottoscrivi
Notificami
guest

8 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo
Paolo
1 anno fa

Dove trovo i mocio di ricambio e i sacchetti ?

Francesca
Francesca
1 anno fa

Dreame L 10 si può usare per il pavimento in legno? Se sì, con quale detersivo? Grazie Francesca

Deborah
Deborah
1 anno fa

Buongiorno,
potrebbe consigliare un detergente da utilizzare? Grazie

giulio
giulio
1 anno fa

consigliereste questo o il ecovacs x1E omni ?

XiaomiToday.it
Logo