fbpx

Danni da Coronavirus: crollo delle spedizioni degli smartphone dalla Cina

Purtroppo continuiamo a parlare di Coronavirus, che da settimane sta mettendo in crisi il governo cinese e la popolazione locale. Oltre a questo danno oggettivo si stanno aggiungendo anche gli effetti indesiderati dovuti alla stupidità umana, che si sta rivelando sotto forma di isteria di massa nei confronti dei Cinesi in generale ed a volte anche con “umorismo” di bassa lega proveniente anche da persone definite influencer, le quali dovrebbero mitigare il fenomeno invece di alimentarli con scherni e battute di pessimo gusto.

coronavirus

Ma la questione più importante, almeno relativo al mondo tecnologico, è che gli effetti del virus si stanno ripercuotendo anche all’economia dei maggiori produttori di smartphone cinesi. E non parliamo della strategia messa in atto dai brand cinesi, che per ridurre il contagio hanno preso la decisione di chiudere perfino gli esercizi commerciali e le fabbriche, ma del fatto che le spedizioni dalla Cina subiranno un calo stimato del 30% durante il Q1 del 2020.

coronavirus

Danni da Coronavirus: crollo delle spedizioni degli smartphone dalla Cina

Non sono numeri campati in aria quelli appena citati, ma provengono dai report di Strategy Analytics che in questi giorni ha analizzato il fenomeno del Coronavirus, in considerazione che dalla Cina vengono sviluppati la maggior parte dei componenti presenti all’interno dei nostri smartphone, e non è un caso se circa il 70% degli smartphone vengono prodotti proprio nelle fabbriche cinesi.

coronavirus

Anche la borsa cinese conferma questo trend negativo, infatti oggi a Shanghai e Shenzen sono stati registrati cali del 7,72% e dell’8,41% rispettivamente, causando una perdita che si aggira sui 420 miliardi di dollari. Altro fenomeno il fatto che alcune aziende hanno cancellato gli eventi di presentazione di nuovi device in programma, come ad esempio Xiaomi che per il suo Mi 10 ha reimpostato il lancio tramite conferenza online. Speriamo e preghiamo per i nostri cugini Cinesi, ma soprattutto invito tutti ad utilizzare la materia grigia all’interno del nostro cervello e non affiancarsi al panico e all’isteria generata in questi giorni.

Ieri sono andato in una nota catena di All You Can Eat cinese e sono rimasto sorpreso nel vedere il deserto generale dovuto a “precauzioni” fin troppo stupide. Il Coronavirus sta creando problemi anche all’economia cinese sviluppatasi in Italia ed onestamente in questo periodo negativo per l’economia italiana o meglio dire per il mercato del lavoro, non ci vuole proprio. Pensate a quante persone più o meno giovani, collaborano e trovano sostegno lavorativo grazie a realtà cinesi nate in Italia. Quindi prima di emarginare pensate bene se il virus non abbia già leso la vostra umanità.

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
davide
davide
7 mesi fa

bravo Emanuele.anche perchè non comprare prodotti cinesi(sopratutto online) non ha senso…anche se un impiegato avesse starnutito dentro il pacco, il virus sarebbe già morto e stramorto all’arrivo a destinazione

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0