fbpx

Confronto tra Xiaomi Mi TV Stick, Google Chromecast e Amazon Fire Tv Stick: qual è il miglior TV stick del 2020?

Senti spesso parlare di funzioni smart applicate alla TV ma non hai il budget per poterti permettere l’acquisto di una Smart TV? Forse è il caso di optare per una TV Stick, che permette proprio di trasformare la tua vecchia televisione in un moderno centro multimediale connesso. Decidere però non è facile, considerando che il mercato offre tante opzioni d’acquisto e tra le più competitive troviamo senz’altro la nuova arrivata Google Chromecast che integra Google TV, ma anche le soluzioni di Amazon con le varie Fire TV Stick ed anche la Xiaomi Mi TV Stick.

Come ogni confronto, occorre partire da una comparativa basata sulla scheda tecnica, che qui in basso abbiamo provato a riassumere in modo che la lettura possa essere più semplice, trovando a colpo d’occhio le differenze principali dei modelli analizzati.

mi tv stick

Confronto tra Xiaomi Mi TV Stick, Google Chromecast e Amazon Fire Tv Stick: qual è il miglior TV stick del 2020?

Per onor di cronaca, i prezzi riportati sono quelli del listino, quindi potreste trovare in rete delle offerte che potrebbero quindi avvantaggiare un modello rispetto un altro. Inoltre della Fire TV Stick abbiamo preso in analisi il modello 4K, ma in commercio trovate anche la variante Lite oltre che la precedente generazione senza supporto 4K. Partendo quindi proprio dalla riproduzione di contenuti multimediali, la Xiaomi Mi TV Stick, è l’unica a NON offrire il supporto 4K limitandosi ad un Full HD a 60 fps. Manca inoltre il supporto a contenuti HDR 10+ ma non per questo dovete da subito scartare la proposta di Xiaomi. Quindi continuiamo con il confronto.

mi tv stick

Anche perché c’è da tenere in considerazione che magari la TV cui volete abbinare il dongle, magari non supporta nemmeno la risoluzione 4K, quindi avrebbe poco senso direzionare la propria scelta sugli altri due modelli presi a confronto, solo per una maggiore qualità video, di cui comunque non beneficereste. Infatti la riproduzione in Full HD a 60 fps della Mi TV Stick è decisamente ottima per la maggior parte delle necessità dell’utente medio.

D’altro canto la maggior risoluzione in 4K di Google Chromecast e Fire TV Stick di Amazon sono un punto a favore delle due, che alla massima risoluzione non battono ciglio nella riproduzione multimediale, offrendo contenuti fluidi e mai scattosi. Inoltre, sono entrambi certificati Dolby Vision e HDR10+, trasformando l’immagine visualizzata a schermo davvero fantastica.

Per quel che riguarda invece l’audio, Chromecast e Fire TV 4K supportano Dolby Atmos, mentre Xiaomi Mi TV Stick utilizza il codec Dolby Digital + DTS.

mi tv stick

Tutti e 3 i modelli sotto analisi offrono 8 GB di spazio d’archiviazione, un taglio che soddisfa abbastanza bene le necessità comuni permettendo l’installazione di applicazioni ma a fare la differenza è l’hardware in termini processore, che anche questa volta vede in ultima posizione il dongle di Xiaomi, equipaggaito con un SoC Amlogic S805Y quadcore da 1.2 GHz, GPU Mali-450 e solo 1 GB di RAM.

Amazon Fire TV Stick 4K sfrutta a dovere i suoi 1,5 GB di RAM utilizzando il sistema proprietario Fire OS, ottimizzato quanto più per il processore MediaTek MT8695D con GPU PowerVR IMG GE8300. Avrete quindi capito che la prima posizione se l’aggiudica la Google Chromecast, offrendo 2 GB di RAM e processore Amlogic S905X2 quadcore da 1,8 GHz con GPU ARM Mali-G31 MP2. Questo chip è migliore di quelli dei suoi rivali, aggiungendo anche l’integrazione del Chromecast con  sistema operativo Google TV, la migliore soluzione software al momento in circolazione.

mi tv stick

Infatti oltre all’hardware, per questa tipologia di prodotti (un pò come avviene per gli smartphone), la differenza la fa il software impiegato. Tutte e 3 le TV Stick, basano il tutto su Android, ma la soluzione di Google offre l’ultima release Android 10 sotto forma di Google TV, Xiaomi integra Android TV 9.0 ed Amazon offre Fire OS, basato su Android ma con molte limitazioni.

Tutte e 3 le soluzioni, offrono tutti un’interfaccia straordinaria ricca di molte opzioni, compatibili con le principali piattaforme di streaming ed offrono un app store: Amazon Fire TV si basa su Amazon Market e le altre due integrano il Play Store. Sotto questo punto di vista quindi Fire OS, nonostante i rinnovamenti delle ultime settimane, risulta un passo indietro, risultando compatibile solo con alcune app Android ed installare APK è un operazione complessa e macchinosa.

Quasi a parimerito Xiaomi Mi TV Stick  e Google Chromecast, entrambi basati su Android, seppur il firmware della Chromecast risulti più aggiornato all’ultima versione, ma la compagnia di Lei Jun ha già nei piani il rilascio di un aggiornamento per mettersi al paro. Google TV però risulta avere una marcia in più in termini di interfaccia, che risulta più semplice da utilizzare.

mi tv stick

Non vanno sottovalutati i telecomandi, che per tutti i modelli in analisi offrono un microfono per comunicare a voce con gli assistenti virtuali Google Assistant ed Alexa. Presenti funzioni base per il controllo volume e pulsante Home. Forse il telecomando di Xiaomi Mi TV Stick è quello più semplice in termini di funzioni, ma questo da una parte è un pregio, in quanto tutto è comandabile da interfaccia di sistema e quindi si rischia meno di fare confusione. Altra differenza non decisamente rilevante è che sia il telecomando Xiaomi che quello del Chromecast hanno accesso diretto alle piattaforme di streaming, mentre Fire TV 4K no.

mi tv stick

In termini di connettività, tutti si basano su ingresso HDMI e connessione WiFi AC. Il Chromecast di Google offre però una connessione USB C per l’alimentazione a differenza degli altri due modelli che si basano ancora su ingresso micro USB, ma anche il Bluetooth si differenzia, in quanto di tipo 5.0 e quindi più stabile a favore di Chromecast e 4.2 per gli altri due modelli. Naturalmente il prezzo è uno degli elementi da tenere molto in considerazione, portandosi a 70 euro per Google Chromecast, di poco superiore ai 60 euro di Amazon Fire TV Stick 4K.

Tra i due quindi sarebbe da preferire il dongle di Google, vista la minima differenza giustificata da migliori prestazioni, oltre che hardware anche software. Xiaomi Mi TV Stick invece si porta ad un listino medio di 37 euro, quasi la metà rispetto la soluzione di Google, ma a conti fatti il software permette le stesse possibilità multimediali e soprattutto personalizzazioni, invece NON offerte da Amazon.

Il vincitore sembrerebbe quindi la TV Stick di Google, ma in realtà dipende dalle reali esigenze dell’utente, ma Xiaomi Mi TV Stick risulta il miglior Android TV presente sul mercato senza particolari sacrifici. Se siete quindi alla ricerca della migliore esperienza smart sulla vostra TV, allora optate per Google Chromecast, se invece vi interessano le funzionalità e le potenzialità di Android TV ma non avete necessità di risoluzione 4K, allora optate tranquillamente per Xiaomi Mi TV Stick.

Se invece avete timore di incasinarvi con opzioni e quant’altro, allora le soluzioni migliori sono quelle offerte da Amazon con le proprio Fire TV Stick. D’altronde se siete degli utenti Prime, questa a mio avviso è la migliore scelta che potreste trovare in commercio, perché la comodità di Alexa dal telecomando è una cosa unica.

[Fonte]

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Segui il nostro Canale TELEGRAM! Tantissimi codici sconto, offerte, alcune esclusive del gruppo, su telefoni, tablet gadget e tecnologia.

Tags:

Nerd, Geek, Netizen, termini che non mi appartengono. Semplicemente me stesso, amante della tecnologia e provocatorio come Xiaomi fa con i suoi prodotti. Alta qualità a prezzi onesti, una vera provocazione per gli altri brand più blasonati.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giovanni B
Giovanni B
10 giorni fa

Prendete una Nvidia shield. Mangia in testa a tutte le altre android stick.

XiaomiToday.it - La community italiana n.1 per i prodotti Xiaomi
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0